Ospedale San Luca: presentato al Prefetto il progetto di riorganizzazione

Una rimodulazione della medicina d’urgenza e un aumento di 10 posti letto per venire incontro alle esigenze dei cittadini e degli operatori e per migliorare l’attività del pronto soccorso di Lucca, è la proposta organizzativa che la direzione aziendale ha presentato al Prefetto e alle Organizzazioni Sindacali. L’aumento dei posti letto al San Luca è finalizzato alla riduzione delle attese in pronto soccorso, nonché ad una corretta collocazione nei setting assistenziali più appropriati e, al tempo stesso, per garantire l’apertura di nuovi posti letto, il progetto prevede un incremento di personale infermieristico e socio-sanitario.

Nel dettaglio, la proposta progettuale avanzata dai direttori dei dipartimenti interessati alla riorganizzazione (rete ospedaliera, specialità medica, emergenza e urgenza, professioni infermieristiche e ostetriche) prevede la ricollocazione di 4 posti letto di medicina d’urgenza di sub-intensiva nella struttura del pronto soccorso nei locali adiacenti ai 14 posti letto di osservazione breve. Accanto ad una riorganizzazione del pronto soccorso è previsto un aumento di posti letto di area medica e l’istituzione di 4 letti di discharge room (area di dimissione). Tale riorganizzazione è un primo passaggio che porterà alla standardizzazione delle organizzazioni ospedaliere dei presidi ospedalieri di tutta la ASL Toscana nord ovest.

Al Tavolo prefettizio erano presenti i rappresentanti delle sigle sindacali CGIL,CISL, UIL, ANAO ASSOMED, FIALS e NURSIND con i quali i vertici dell’Azienda si sono confrontati. La direzione ha pertanto assunto l’impegno di far prevenire alle Organizzazioni Sindacali il testo del progetto al fine di raccoglierne proposte ed osservazioni per garantire equità d’accesso ai cittadini e una corretta redistribuzione dei carichi di lavoro nell’ambito dei servizi erogati .

Share