Ospedale S. Luca: presentato il calendario delle partorienti

Il progetto portato avanti da Azienda USL Toscana nord ovest insieme a Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ed altri sponsor locali;

il calendario in vendita nelle edicole, con proventi all’associazione Agbalt

 

Lucca, 20 dicembre 2016 – L’editore veneto “Omnibus”, già promotore di molte iniziative editoriali a livello nazionale e della rivista “Salute – Benessere & Alimentazione”, da tempo distribuita in maniera capillare anche nelle strutture sanitarie dell’ambito territoriale di Lucca, ha realizzato un calendario con immagini di donne che hanno partorito nel blocco parto dell’ospedale San Luca.unnamed-8

Il fotografo ha seguito le donne prima, durante e dopo il parto ed insieme a ciascuna di loro ha poi scelto le foto da inserire nella pubblicazione, in edicola al prezzo di 10 euro.

I proventi della vendita dei calendari, esclusi i costi di realizzazione, andranno all’associazione Agbalt (Associazione Genitori Bambini Ammalati di Leucemia e Tumore), che ha già avuto modo di collaborare con l’area materno infantile di Lucca e che ha una presidente lucchese, Tiziana Del Carlo.

Al progetto hanno collaborato la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e alcuni sponsor privati.

Il calendario è stato presentato oggi (lunedì 20 dicembre) nella sede della Fondazione, alla presenza di alcune delle partorienti ritratte e dei rappresentanti dei soggetti che hanno reso possibile l’iniziativa.

“Abbiamo dato un nostro contributo a questo interessante progetto editoriale – afferma il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca Arturo Lattanzi – perché si tratta di un’iniziativa in grado di valorizzare un importante servizio sanitario del nostro territorio; abbiamo anche deciso di mettere a disposizione degli utenti della Pediatria e dell’Ostetricia dell’ospedale di Lucca alcune copie del calendario acquistate dalla Fondazione”.

“La nostra Azienda ha accolto con piacere questa proposta – sottolinea il direttore del Dipartimento Materno Infantile dell’Azienda sanitaria Raffaele Domenici – e abbiamo fornito la nostra collaborazione, grazie al consueto impegno degli operatori del settore materno infantile di Lucca e soprattutto alla grande disponibilità di queste donne che hanno partorito all’ospedale San Luca e che hanno accettato di essere fotografate, esprimendo così anche la loro soddisfazione per l’esperienza vissuta nella nostra struttura”.

“Si tratta di un riconoscimento per il nostro lavoro – aggiunge il direttore della struttura di Ginecologia ed Ostetricia di Lucca Gian Luca Bracco -. Una foto a volte può dire più di tante parole e le immagini contenute in questo calendario sono davvero molto significative. Ci fanno piacere la scelta di queste donne di partorire al San Luca e il loro apprezzamento per il nostro percorso. Tra l’altro, anche quest’anno i parti a Lucca sono in aumento rispetto al 2015, in controtendenza rispetto al dato nazionale”.

“Abbiamo appoggiato fin da subito questa iniziativa – sottolineano la responsabile e la coordinatrice delle ostetriche ospedaliere, rispettivamente Giulia Fantoni e Maria Paola Belluomini – e siamo soddisfatte della partecipazione delle donne e del risultato finale, davvero di ottimo livello. Speriamo in un’ampia diffusione del calendario sul nostro territorio”.

“Abbiamo scelto l’ospedale di Lucca – evidenziano l’editore Emanuele Bonora e Roberto Sverzut, autore delle foto contenute nel calendario – perché si tratta di una struttura accogliente ed efficiente. Abbiamo instaurato subito una stretta collaborazione con il personale del blocco parto, con le donne e anche con la comunità lucchese, che ha accolto con favore l’iniziativa”.

Soddisfazione per il risultato raggiunto con questa prima edizione del calendario è stata anche espressa, nel corso della conferenza stampa, dalle stesse donne ritratte nelle foto, dal personale sanitario e dagli sponsor locali.

 

 

L’Ufficio Stampa della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca

 

L’Ufficio Stampa dell’Azienda USL Toscana nord ovest

Share