ORECCHIETTE DEL CONTADINO 34858365_1637302023035704_5261094153143451648_n

La pasta migliore da usare sono le orecchiette perché ricordano e sposano gli ingredienti col sud dell’Italia ma voi fate come credete, va bene anche pasta fatta in casa ma senza uova.
In un tegame mettete 500 gr di pomodori tagliati a dadini e fateli cuocere, potete usare i canestrini o il cuore di bue, dolci maturi e sodi (mi sembrano sprecati i ciliegini o i piccadilly per una cottura lunga, ma fate come vi pare che và sempre bene), cuocete appunto per una mezz’ora aggiungendo sale e pepe e facendo restringere il sugo.
Cuocete la pasta che avete scelto, saltatela per un’attimo nel sugo aiutandovi con un cucchiaio di acqua di cottura, servite con una grattugiata di ricotta stagionata e magari prezzemolo tritato, per i più intraprendenti ci stà bene anche la rucola.
DI EZIO LUCCHESI

Share