Ogni anno a Natale, vado a visitare il carcere della mia città, Lucca, per verificarne le condizioni di reclusione, gli spazi vitali, la presenza di servizi formativi e ricreativi, oggi sono entrato al San Giorgio con l’assessore regionale Stefano Baccelli.
Non dobbiamo mai scordarci che in carcere vive la nostra Costituzione: l’ imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva. Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato. (art. 27).
A Lucca la prossima primavera si voterà ed io mi auguro che con la prossima amministrazione si possa lavorare per un nuovo carcere fuori città che consenta spazi più dignitosi, celle più grandi, e per recuperare il vecchio edificio nel centro storico per uso civile

ANDREA MARCUCCI

Share