VISITIAMO LA PICCOLA  FRAZIONE DI  PETROGNANO

 

Frazione del comune di Piazza al Serchio posta a mt 471 slm.
e cresciuta intorno alla sua chiesa dedicata a S.Biagio, dalla quale secondo una leggenda locale, si espanse il cristianesimo in tutta la Garfagnana, questa piccola chiesa collocata sopra una rupe di gabbro rosso, dove un tempo sorgeva anche una piccola rocca, nel X secolo, risulta già in un documento scritto.

Sia la storia che il toponimo di Petrognano sono assai incerti , secondo alcuni storici “Feudum Petronianum” potrebbe essere l’origine del nome.


Fra il XIII e il XV, secolo il borgo vedrà alternarsi al suo comando in vari periodi i Malaspina, i signori di Lucca, di Pisa e di Firenze (sempre in guerra fra di loro), questo caos politico cessò verso la metà del XV secolo, con l’annessione della Vicaria di Camporgiano (di cui Petrognano faceva parte) alla Provincia Estense della Garfagnana ,anche se purtroppo gli Estensi ,chiamati a gran voce dai comuni dell’alta Garfagnana, non riuscirono a portare la pace nella valle come avevano sperato inizialmente i vari comuni.


Come detto inizialmente la chiesa di San Biagio è stato il fulcro del paese e la sua ubicazione , come se fosse immersa nella roccia , la rende davvero particolare .


La parte più antica della chiesa è costituita dal corpo a nord dell’attuale complesso: un piccolo edificio romanico costruito alle pendici di uno sperone roccioso con pianta rettangolare ed abside semicircolare orientato ad est. A causa dell’impossibilità di ampliare l’edificio in senso longitudinale, data la conformazione del sito, tra il 1805 e il 1838 l’aumento di superficie è stato costruito sul lato sud creando un’apertura nell’antica parete laterale .

 

 

 

 

 

 

 

 

Il nuovo corpo ha uno sviluppo in altezza inferiore rispetto all’edificio più antico. Negli ultimi anni Settanta la chiesa è stata restaurata e il tetto rifatto. L’interno è trattato e arredato in modo molto semplice: le volte e le pareti sono intonacate nella parte nuova, mentre nella parte più antica le murature sono state lasciate in pietra facciavista.
(Fonte contadolucchese , Chiese della Diocesi italiane – Foto amalaspezia)

Share