OGGI PARLIAMO DELLA GROTTA DEL VENTO

 

Non potevamo non dedicare un post specifico ad una delle più importanti grotte d’Europa situata sotto le Apuane e con l’imbocco turistico vicino all’abitato di Fornovolasco.
Il suo nome deriva dal fatto che , avendo due imbocchi a diverse altezze (mt 640 e mt 1400 slm) ed una temperatura interna costante di 10,7° C , vi è una costante corrente d’aria da cui ne deriva la sua scoperta già in tempi antichi.

Dal ‘600 fino al termine dell’800, della grotta si conosceva solo la corrente d’aria che, incanalata all’interno di una capanna, veniva utilizzata dagli abitanti della vicina borgata di Trimpello per tenere in fresco i cibi.


Solo nel 1898 alcuni giovani curiosi si inoltrarono per circa 20 m (fino alla sala dell’Orso) ma poi furono paralizzati dalla paura delle credenze popolari circa gli antri
Nel 1929 una spedizione speleologica fiorentina arrivò a 60 m. e lì fu bloccata da un sifone che fu superato , durante un periodo di siccità , da un gruppo bolognese nel 1961 che riuscì ad esplorare ben 640 m di gallerie


Seguirono altre esplorazioni da parte di altri gruppi con altre conquiste fino ad arrivare ad oggi in cui le gallerie sotterranee si sviluppano per 4,5 Km ed ancora devono essere esplorate una ventina di diramazioni.

 

 

 

 

 

 

 


La parte visitabile della grotta è divisa in 4 percorsi della durata crescente (1-2-3-ore più un percorso avventura) in cui si susseguono veri e propri miracoli naturali come concrezioni calcaree , stalattiti , stalagmiti ancora in accrescimento poi erosioni alle pareti ed un piccolo corso d’acqua ,un pozzo perfettamente verticale , un canyon sotterraneo e altro ancora .I percorsi hanno tutti il fondo in cemento, ringhiere metalliche e illuminazione artificiale e sono pertanto facilmente accessibili per la maggior parte dei visitatori.


Una tappa alla Grotta del Vento è obbligatoria per chi viene in Garfagnana e motivo in più per venire a farci visita qualora quanto descritto fino ad ora (siamo ancora ad un terzo dell’opera) non fosse stato sufficiente .
(Fonte www.grottadelvento.com – Foto web)

Share