Oggi è un giorno triste, perché una vera e propria istituzione di Casa Gori, a Marlia, ci ha lasciati.
Sto parlando di Paolo Pampana, deceduto all’età di 82 anni e che viveva nella nostra Rsa da quando ne aveva solo 19.
Sì, ha vissuto per 63 anni a Casa Gori, dove era entrato con il padre dopo aver perso la mamma.
Casa Gori è stata la sua casa, a tutti gli effetti.
E lui si è impegnato ogni giorno della sua vita per restituire a questa comunità che lo aveva accolto e che non lo ha lasciato solo quando è rimasto orfano.
Mi ero molto affezionato a Paolo, ogni volta che andavo alla residenza ci facevo una bella chiacchierata.
Credeva nella istituzioni, aveva un grande senso della comunità e della solidarietà.
Con la sua morte si chiude un capitolo di quello che, molti anni fa, era Casa Gori.
Quel senso di comunità, quell’accoglienza, quel prendersi cura l’uno dell’altra invece restano.
E per quanto possibile, li amplieremo ancora di più.
Casa Gori è attenzione alla persona: lo era ieri, lo è oggi, lo sarà domani.
Sempre di più.
Grazie Paolo, un abbraccio bello grande!
il sindaco di capannori

Share