Oggi, 12 anni fa, veniva barbaramente uccisa Vanessa Simonini.

Una giovane donna veniva strappata all’esistenza da chi credeva un amico ma invece era un mostro.
Sono tante, ogni anno aumentano, le donne che nel mondo, in Italia, nei nostri territori, sono uccise da esseri che chiamare uomini fa ribrezzo.
In nome di Vanessa, anche a Borgo a Mozzano, con sua mamma Maria Grazia Forli e Maria Stella Adami, abbiamo negli anni installato panchine rosse per dire NO alla violenza sulle donne. Certo, ci vogliono leggi piu severe e pene certe, ma è altrettanto fondamentale, forse di più, la sensibilizzazione ed i salti di qualità culturali che le panchine-simbolo portano con se’.
Stasera Gallicano ricorda Vanessa con una fiaccolata e noi tutti saremo lì, con testa e cuore, e proseguiremo incessanti la nostra opera di civilizzazione.

 

Share