PESCAGLIA – Occupazione di suolo pubblico, chi ristruttura nei centri abitati non paga la tassa per tre mesi
Incentivare il recupero dei borghi di Pescaglia. È con questo obiettivo che l’amministrazione comunale ha varato un’agevolazione sulla tassa di occupazione di spazi ed aree pubbliche (Tosap). Chi effettuerà lavori di ristrutturazione edilizia nei centri abitati sarà esonerato da pagare la Tosap per i primi tre mesi. Dal quarto al sesto mese, inoltre, avrà uno sconto del 50%. In sostanza si pagheranno 75 centesimi a metro quadrato anziché 1,50 euro. A partire dal settimo mese l’importo sarà intero.
Fuori dai centri abitati non è previsto alcun esonero temporale ma una tariffa comunque scontata del 33%, quindi un euro al metro quadro anziché 1,50.andrea-bonfanti
“La nostra è una scelta precisa, che conferma la volontà di valorizzare il patrimonio edilizio esistente – commenta il sindaco Andrea Bonfanti – Pescaglia è caratterizzata da borghi che racchiudono una storia secolare. Sgravare chi realizza interventi edili di recupero significa incentivarli e contrastare il degrado. Per rendere più belli i nostri paesi un ruolo di primo piano deve essere giocato dai privati, che sono chiamati a porre in essere opere di ristrutturazione. Ecco quindi il perché delle nostra scelta, che è rilevante anche sotto un’ottica turistica. Una maggiore cura, a livello generale, dei paesi contribuisce a renderli più appetibili a chi viene da fuori. Questo rappresenta il primo, importante, passo per la riqualificazione dei borghi. Come amministrazione valuteremo la possibilità di realizzare ulteriori iniziative”.

Share