Nuovo terminal bus alla stazione: la giunta dà il via libera all’acquisto dell’area dove sorgerà un hub della mobilità sostenibile

Il comparto B sarà acquisito da Ferrovie dello Stato per 2.605.310 euro. Si tratta di un’area di oltre 14.000 metri quadrati dove sorgerà il centro intermodale e terminal bus che sarà collegato al centro storico grazie anche al nuovo sottopasso di piazzale Ricasoli.


Il Comune, dando seguito a un accordo siglato dall’amministrazione Favilla con Ferrovie dello Stato, acquista l’area dell’ex scalo merci cosiddetta “binari bassi” della stazione ferroviaria di Lucca, dove sarà costruito il nuovo terminal bus delle linee del Tpl. Lo ha deciso la giunta Tambellini che lo scorso 7 dicembre ha approvato una delibera che stabilisce appunto di acquisire da Ferrovie dello Stato il ‘comparto B’, un’area di 14.040 metri quadrati che comprende anche tutta una serie di edifici ad uso magazzini, per una somma complessiva di 2.605.310 euro.

La delibera discende da un accordo che fu siglato nel 2011 dall’amministrazione guidata dal sindaco Mauro Favilla con Ferrovie dello Stato, in base alla quale Ferrovie stabiliva gratuitamente il diritto di superficie di questa parte dell’ex scalo merci in favore del Comune per dieci anni. Passati i dieci anni, se Ferrovie dello Stato non avesse venduto il comparto A e quello B a un soggetto terzo, che a sua volta doveva cedere gratuitamente quest’ultimo al Comune, l’amministrazione si impegnava ad acquistare il comparto B.

Alla delibera della giunta dovranno seguire adesso gli atti necessari alla stipula del contratto di compra vendita, con cui finalmente il Comune entrerà in pieno possesso dell’area sulla quale l’amministrazione prevede di realizzare un centro intermodale e terminal bus con parcheggi e risistemazione della viabilità dell’area, collegato a sua volta con il centro storico della città attraverso il nuovo sottopasso ciclopedonale, per il quale è stato ottenuto recentemente un finanziamento da parte dello Stato di 1.800.000 euro, e che sarà collocato in corrispondenza del lato est di piazzale Ricasoli, in modo da intercettare il flusso in uscita dal centro intermodale, oltre che dalla stazione.

Si tratterà di un vero e proprio hub della mobilità sostenibile – spiega l’assessore alla mobilità Gabriele Bove – strategico per il territorio, anche in vista del raddoppio della linea ferroviaria Firenze-Lucca. Un’area vasta dove troveranno posto i mezzi del trasporto pubblico, i parcheggi scambiatori, e dove ampio spazio sarà dedicato ai mezzi elettrici e alla mobilità dolce, in particolare alle biciclette. L’hub sarà collegato col centro storico attraverso il nuovo sottopasso e con i quartieri attraverso una rete di piste ciclo pedonali efficiente e sicura”.

Share