comune di capannori_2

Quattordici nuove persone lavoreranno per il Comune di Capannori dal 15 ottobre prossimo.

L’amministrazione Menesini, infatti, è riuscita a portare a casa – prima della modifica di legge – la possibilità di impiegare lavoratori titolari di ammortizzatori sociali, come mobilità, cassa integrazione o altro trattamento speciale, per lavori socialmente utili.

Questo vuol dire che fra una settimana l’ente di piazza Aldo Moro avrà più personale a disposizione per svolgere le priorità del sindaco e della giunta, quali la cura del territorio e del decoro urbano, lo sviluppo economico e le politiche sociali.

In pratica, sei persone svolgeranno il compito di operaio, affiancando gli attuali cantonieri di paese nella risoluzione delle questioni immediate segnalate dai cittadini, e otto svolgeranno più una mansione amministrativa all’interno della sede municipale.

“Con questa scelta – spiega il primo cittadino Luca Menesini – diamo la possibilità ad alcuni lavoratori attualmente non occupati e percettori di sussidi e assegni statali di recuperare la propria professionalità e di restare nel mondo del lavoro, strada che semplifica a loro la ricerca di nuova occupazione. Una scelta, però, che va anche a beneficio dell’ente che può avvalersi di nuovo personale, soprattutto nell’ottica dell’implementazione della cura delle piccole cose e del decoro urbano. Capannori è un territorio molto vasto, sei operai in più ci permetteranno di dare risposte più veloci ai cittadini in termini di interventi di piccola manutenzione. Una scelta, infine, che privilegia l’utilità sociale all’assistenzialismo, riconoscendo concretamente la dignità di coloro che si trovano a vivere momentaneamente in una situazione di difficoltà”.

Un vantaggio per i cittadini di Capannori, quindi, e per quei lavoratori che per vari motivi si trovano fuori dal mercato del lavoro. Svolgendo mansioni per il Comune, infatti, svolgeranno un’attività utile alla comunità e al contempo acquisiranno competenze e creeranno relazioni.

L’impiego di questi lavoratori non comporta per loro la sospensione o la cancellazione dalle liste di collocamento o di mobilità. Saranno impiegati nelle attività individuate dall’ente comunale per un orario settimanale massimo di 20 ore e un orario giornaliero massimo di 8 ore.

Allo stesso tempo, l’amministrazione comunale di Capannori ha già stilato e deliberato un piano di fabbisogno del personale per il triennio 2015-2017 grazie al quale ha già fatto un bando per due nuove unità di polizia municipale.

Capannori, 8 ottobre 2015

 

 

 

Share