Nuovi eventi culturali nel panorama del comune di Gallicano si  propongono di esaltare la passione per il  territorio.

L

a nostra terra  è una piccola realtà variegata, fatta di gente genuina ma  profondamente piena di saggezza, è gente che scrive memorie storiche, che crea romanzi ambientati nella nostra Garfagnana, che crede in  questi luoghi così suggestivi. Grazie alla collaborazione con Garfagnana editrice, che sta svolgendo sul territorio un’importante opera di diffusione della cultura, l’amministrazione comunale di Gallicano è lieta di ospitare ben tre presentazioni di libri nel Comune che sono stati presentati al Salone Internazionale del Libro di Torino.
Gli eventi si terranno presso il Ciaf di Gallicano alle 16,30 e inizieranno il 23 maggio con la presentazione del libro “Giovinezza” curato da Roberta Bergamini. Il saggio raccoglie temi e brani del diario della suocera dell’autrice. Un tema del 15 maggio 1940 riporta: “Molti bambini sprecano il pane e altre cose. Il nostro Duce fa economia dei pezzetti di carta per farci la brutta copia e vuole che i bimbi d’Italia si avvezzino a non sciupare niente come Lui perché la cellulosa per fare la carta bisogna comprarla all’estero e pagarla oro. Bisogna non sciupare neppure la carta usata. Poi bisogna risparmiare il ferro vecchio e venderlo o donarlo alla Patria che ci faranno le pallottole e i cannoni per combattere contro il nemico”. Una piccola cittadina della Toscana. Gallicano in provincia di Lucca come palcoscenico sul quale si muove una bambina nata nel 1930. Attraverso il suo diario, i suoi temi, i suoi racconti emergono piccole vicende familiari e scolastiche, con sullo sfondo la grande storia che sta per abbattersi sul paese intero e la comunità della Garfagnana. L’autrice ha raccolto il materiale di Elisa Santoni, che con l’innocenza e la bontà di una bambina di 10 anni racconta il fascismo, la guerra, il soldato tedesco che le ruba i fagioli, gli americani di colore, fino alla Liberazione.
GIOVINEZZA

Sabato 30 maggio sarà la volta di un giallo ambientato a Trassilico e Gallicano dal titolo “Un semplice caso di omicidio” di Italo Pierotti. Sono gli anni dell’immediato dopoguerra in un paese della Garfagnana: Trassilico. Gli abitanti cercano di ritrovare la serenità necessaria per ricominciare a vivere.
Il lavoro nei boschi, alla teleferica, o nei campi per un magro raccolto, assieme al recupero di antiche tradizioni come “Il maggio”, servono  anche per dimenticare le sofferenze  che l’aver vissuto sulla Linea Gotica ha procurato.  Il ritrovamento del corpo senza vita del giovane Oreste, rimette in crisi il fragile equilibrio faticosamente raggiunto. E’ il maresciallo  Tiberio Bertini, di Gallicano, che deve risolvere quello che appare come un semplice caso d’omicidio. La realtà, come sa bene anche il maresciallo, è sempre diversa da come appare a prima vista. Accompagnato dalla moglie, che approfitta dei viaggi del marito verso il paese dai panorami incantevoli, per addolcire le amarezze di un matrimonio che si sta logorando, mette a nudo i conflitti e le miserie che affliggono anche una comunità così piccola. La presenza notturna di un essere malefico, annunciatore di morte, contribuisce a turbare gli animi, ma non Tiberio, che troverà il colpevole, anche se avrebbe preferito non farlo.
Infine sabato 6 giugno sarà la volta dell’incontro con il geologo Claudio Vastano autore del saggio divulgativo “Garfagnana la Valle del Terremoti”. L’Italia peninsulare è un territorio geologicamente molto giovane, e per questo motivo è sede di intensi fenomeni tettonici e  vulcanici. La Toscana, e in particolare l’area montuosa delle valli della Garfagnana e della Lunigiana, non fa eccezione. Sebbene nessun comune sia posto in “classe 1” – la più soggetta a rischio   sismico – da sempre questa regione si trova a dover combattere contro la minaccia dei terremoti. Ma che cosa sono i terremoti, e da quali forze sono provocati?
Perché alcune regioni italiane sono relativamente immuni ai sismi mentre altre, come la Garfagnana, sono periodicamente costrette a fare i conti con questi fenomeni?
Quali sono le precauzioni da prendere se si vive in una zona ad alto rischio sismico e come ci si deve comportare se si è sorpresi da un forte sisma?
Questo libro cercherà di dare una risposta a queste e altre domande.
TERREMOTI
simone
PIEROTTI

Share