Nubifragio su Porcari, ecco come documentare i danni subiti

 

 

Il Comune stanzia 70mila ero per cittadini e aziende colpite dell’esondazione del rio Leccio

 

Mentre procedono i lavori di somma urgenza sulle arginature del rio Leccio, il Comune di Porcari invita tutti i cittadini a presentare documentazione dei danni subiti a causa dell’esondazione dello scorso 17 giugno.

 

Da una prima stima delle situazioni critiche generate dalla bomba d’acqua che in un’ora ha riversato sul territorio di Porcari oltre 70 millimetri di pioggia, a essere maggiormente colpite sono state alcune abitazioni e attività produttive.

 

L’amministrazione Fornaciari ha quindi chiesto e ottenuto il riconoscimento dello stato di emergenza regionale. Con il consiglio comunale del 25 giugno, poi, è stato destinato un capitolo di bilancio da 70mila euro per sostenere concretamente i proprietari degli edifici danneggiati nelle spese di riparazione necessarie.

 

Adesso gli uffici hanno bisogno di istruire l’iter e quantificare gli interventi necessari. I cittadini e le aziende coinvolte, quindi, dovranno inviare via mail a sindaco@comune.porcari.lu.it una descrizione dei danni subiti, possibilmente corredata da documentazione fotografica ed eventuali ricevute di spese sostenute in queste settimane. Nell’oggetto dovrà essere indicato ‘all’attenzione dell’ufficio di protezione civile’.

 

“Abbiamo scelto di anticipare con risorse del Comune le spese che i cittadini devono affrontare – commenta il sindaco, Leonardo Fornaciari – per accorciare i tempi ed evitare che al danno della mancata sicurezza dell’argine si sommi la beffa di attese bibliche. Le imprese e gli abitanti di Porcari hanno bisogno di risposte tempestive: contiamo di arrivare a liquidare i contributi il prima possibile”.

 

Share