Il Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri esprime la sua contrarietà verso una proposta di Legge che giace in Commissione Difesa:

Nell’esprimere la solidarietà e la vicinanza ai familiari dei colleghi uccisi, l’unico modo per fare qualcosa di utile è tornare sul pezzo e sulle cause dell’accaduto. Sarebbe una cosa gravissima se fosse vero ciò che dichiara il collega Stefano Paoloni Segretario del SAP (nota – Potrebbe essere stato un difetto nelle fondine in dotazione al personale della Polizia di Stato a costare la vita ai due agenti uccisi a Trieste).

Aggiungo che nella proposta di legge che giace in Commissione Difesa è previsto il divieto di trattare materie quali il settore logistico-operativo e quindi l’equipaggiamento, l’addestramento, ecc. Questo grazie alla politica che ha ascoltato solo gli Stati Maggiori mettendo paletti inesistenti e preconfezionando una legge che se rimanesse tale sarebbe RIDICOLA. Nelle prossime audizioni chiederemo di cancellare questo assurdo limite previsto dall’art. 5 che ci renderebbe sindacati di serie Z.

Il Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri

Share