Nell’Antica Roma, 13 Novembre: Templum Pietatis, Dea del dovere, della religiosità e dell’amore – Festa della Dea Feronia, signore delle belve, delle sorgenti e dei boschi – Festa della Fortuna imigenia, sul Quirinale Pietas era una delle divinità indigene della religione animista primigenia romana. Sempre in questa data si faceva festa al Lucus Feroniae, il bosco della signora. Per la Fortuna Primigenia sul Colle del Quirinale.

di Daniele Vanni

Templum Pietatis– 13 novembre in onore della Pietas, Dea del dovere, della religiosità e dell’amore.

Esistevano due templi.

Pietasera, nel complesso della Religione romana, la personificazione del sentimento romano della pietas, perciò divinità preposta al compimento del proprio dovere nei confronti dello Stato, delle divinità e della famiglia, i cui attributi erano dei bambini o una cicogna.

Pietas era uno dei Di Indigetes, e le fu dedicato un tempio, nel II secolo a.C., nel Foro Olitorio, poi distrutto per la costruzione del contiguo teatro di Marcello.

Rappresentata spesso sulle monete come una figura femminile offerente incenso su un altare oppure recante un bambino al seno, nell’iconografia imperiale, Pietas veniva spesso associata alle donne legate all’imperatore, in quanto la pietas era una virtù che ben si confaceva loro.

I Di indigetes (“dei indigeni”) sono un gruppo di divinità e spiriti della religione e della mitologia romana primitive, non adottati da altre religioni.  

Molti di essi sono figure minori nate il più delle volte dalla personificazione di una qualità astrattae, poiché in lingua latina i nomi delle qualità e dei concetti astratti sono molto spesso femminili, il numero delle dee prevale su quello delle divinità maschili.

La religione dei primi romani è infatti di tipo animistico, senza sacerdoti, una religione privata dove ognuno invoca un dio o un altro secondo i suoi bisogni.

La mancanza per le divinità anche di una chiara definizione fisica, come avranno invece quelle del più tardo Pantheon dell’Impero Romano, potrebbe spiegare la loro sparizione a favore degli dei maggiori meglio conosciuti.

Abbondanza, Giano e Quirino sono i più importanti Di Indigetes.

Feronia– 13 novembre in onore della Dea Feronia , la Signora delle belve, protettrice delle sorgenti e dei boschi. Il santuario più importante, il Lucus Capenatis o Feroniae, era nella valle del Tevere, vicino Capena.

Templum Fortunae Primigeniae in Colle– 13 novembre in onore della Dea Fortuna Primigenia sul Quirinale.

 

 

 

Share