Nella Piana di Lucca buste per pane per dire “no” alla violenza di genere

Gli amministratori e la rappresentante della Commissione Pari Opportunità mostrano le buste del paneIstituzioni, associazioni e attività commerciali della Piana di Lucca mandano un segnale forte in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre. A partire da domenica, infatti, a tutti i clienti che acquisteranno il pane presso una panetteria o un alimentari di Capannori, Lucca, Altopascio, Montecarlo, Pescaglia, Porcari e Villa Basilica sarà consegnata una busta di carta su cui è riportato lo slogan Per troppe donne la violenza è ancora pane quotidiano tradotto in cinque lingue. Sulla stessa sono anche riportati numeri di telefono a cui rivolgersi in caso di bisogno.

È questa la campagna “Pane, amore e…non violenza”, nata alcuni anni fa su idea del Comune di Capannori e della Commissione pari opportunità del Comune di Capannori, alla quale aderiscono anche i Comuni di Lucca,  Altopascio, Montecarlo, Pescaglia, Porcari, Villa Basilica, Provincia di Lucca, Azienda Usl Toscana Nord Ovest, Commissione Pari Opportunità di Lucca, Commissione Pari Opportunità dell’Ordine dei Medici della provincia di Lucca, Confcommercio, Confesercenti, Cna e Confartigianato, Associazione Luna, Associazione SOS Angeli, Associazione Consulenza per la famiglia.

Stamani (venerdì) a Capannori si è svolta una simbolica consegna delle buste di carta alle amministrazioni comunali, cui hanno partecipato la vice sindaca del Comune di Capannori, Silvia Amadei, l’assessora alle politiche di genere del Comune di Lucca, Ilaria Vietina, l’assessore del Comune di Montecarlo Roberto Del Vigna, il presidente del consiglio comunale di Altopascio, Sergio Sensi, la presidente del consiglio comunale di Porcari, Francesca De Toffol e Alida Bondanelli della Commissione Pari Opportunità di Capannori.

Share