Presentazione del libro “Lungara 29. Il caso Montesi nelle lettere a Piero” di Leone Piccioni in un incontro, che racconta la prima e forse unica testimonianza della famiglia Piccioni sullo scandalo che tenne banco sui giornali e tv negli Anni 50.

Lunedì 12 agosto alle 18.30 nel Giardino d’Inverno di Villa Bertelli a Forte dei Marmi. Aperitivo per tutti al termine

Secondo e ultimo appuntamento con gli eventi a corredo della mostra “Burri Morandi e altri amici. La passione per l’arte di Leone Piccioni. Lunedì 12 agosto alle 18.30 nel Giardino d’Inverno di Villa Bertelli a Forte dei Marmi, verrà presentato il carteggio “Lungara 29. Il caso Montesi nelle lettere a Piero”, edito da Polistampa, che lo stesso Piccioni ha avuto con il fratello, musicista e compositore, quando Piero era detenuto in carcere per lo scandalo Montesi negli anni Cinquanta. Una finestra, sul rapporto fra due fratelli, destinati a lasciare un marchio indelebile nel mondo culturale e artistico del Novecento.  Inoltre, il libro rappresenta la prima e forse unica testimonianza della famiglia Piccioni sul caso, definito da Montanelli «il più vergognoso, ignobile e infame scandalo, che la stampa e la pubblica opinione abbiano mai scatenato contro un innocente». Alla presentazione interverranno il Sostituto Procuratore di Firenze Domenico Manzione, il Presidente del Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia Paolo Fabrizio Iacuzzi, la figlia di Leone Piccioni, Gloria Piccioni, Silvia Zoppi Garampi, docente di Letteratura Italiana all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Il giornalista Enrico Salvadori modererà l’incontro. Al termine, ci sarà un aperitivo per tutti gli intervenuti.

 

Share