Nei Comuni di Lucca, Capannori, Porcari, Montecarlo e Altopascio

Qualità dell’aria: andrà avanti fino al 28 gennaio il divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti

Fino al 31 marzo limitazioni anche sull’utilizzo dei caminetti per le abitazioni poste al di sotto dei 200 metri sul livello del mare.

Andrano avanti fino a venerdì prossimo, 28 gennaio, i divieti di circolazione per i veicoli più inquinanti sulle strade di Lucca e della Piana. Visti i nuovi sforamenti dei valori consentiti di polveri sottili registrati negli ultimi giorni e il perdurare delle condizioni meteo favorevoli all’accumulo degli inquinanti nell’atmosfera, i Comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Porcari e Montecarlo, a salvaguardia della salute dei cittadini, stanno infatti emettendo in queste ore una nuova ordinanza a tutela della qualità dell’aria.

Sulla base di essa, dunque, a partire da domani (25 gennaio) e fino al 28 gennaio, dalle 7.30 alle 19.30, sui territori comunali interessati non potranno circolare le autovetture diesel e benzina euro zero, euro 1 ed euro 2 e i veicoli merci euro zero, euro 1 ed euro 2 diesel; ciclomotori e motoveicoli euro zero (omologati prima del 17 giugno 1999) euro 1 (omologati dopo il 17 giugno 1999); veicoli ad uso speciale euro zero; autobus euro zero.

Si ricordano inoltre ai cittadini i divieti introdotti sull’utilizzo dei caminetti. I Comuni di Lucca, Capannori, Porcari, Altopascio e Montecarlo hanno infatti recepito le indicazioni contenute nella legge regionale 26 e quindi, già dallo scorso 1 novembre e fino al 31 marzo prossimo, sui territori comunali dei cinque comuni non si possono utilizzare generatori di calore alimentati a biomassa con classe di prestazione emissiva inferiore a 3 stelle. Nella categoria sono compresi anche i focolari aperti o che possono funzionare aperti, sono invece esclusi i generatori di calore che rappresentano l’unico sistema di riscaldamento per l’abitazione o che sono utilizzati nelle aree collinari e montane poste a quota maggiore di 200 metri sul livello del mare.

 

Share