NECCI ALLA PIETRA DEI NOSTRI NONNI

La ricetta e il metodo di cottura è tipica della lucchesia e della lunigiana, oggi nelle feste paesane con i vecchi mestieri a volte si trovano persone che ne danno dimostrazione e ve li fanno assaggiare, una volta era consuetudine farli in molte famiglie.
Fate un bel fuoco e mettete a scaldare i testi, pietre circolari dallo spessore di circa 2/3 cm. Quando saranno molto calde, ponete le foglie di castagno che avrete raccolto in luna calante di agosto infilate con un filo e impilate. Sulla foglia ponete l’impasto, sopra al quale porrete un’altra foglia di castagno e un altro testo e così via fino a formare una pila composta da dieci-quindici strati. I necci risulteranno croccanti e particolarmente squisiti, profumati di castagno.
La pastella per i necci si fà mescolando acqua e farina di castagne e un pizzico di sale, non si deve mettere lo zucchero perché il pizzico di sale esalta la dolcezza della farina, mescolate bene, fate riposare, la pastella deve essere morbida ma non acquosa, da lavorare al cucchiaio.
fonte federico nannizzi dal suo profilo facebook

Share