Nasce il ministero della Transizione ecologica

 

di Claudio Vastano

Il governo Draghi, ancora alle battute iniziali, ha subito mostrato di nutrire un vivo interesse per la
sfida ambientale che nei prossimi anni interesserà il nostro Paese. Proprio per questo motivo è stato
istituito il Ministero della Transizione Ecologica, che andrà ad affiancare quello già esistente
dell’Ambiente.

Come dichiarato da Alessandro Bratti, direttore dell’Istituto superiore per la
protezione e la ricerca ambientale (Ispra) “esso avvicinerà sempre più il sistema produttivo alle
politiche ambientali. Tutto ha un impatto ambientale. Ci vuole qualcuno che lo verifichi, che lo
controlli e che lo autorizzi.

Il ministero deve fare le politiche, e poi ci vorranno degli organismi
tecnici il più possibile autonomi per dare certezza ai cittadini che le cose che si stanno facendo
siano in linea con la salvaguardia dell’ambiente. Occorrono quindi organismi indipendenti come
Ispra o le Agenzie ambientali.

E’ un sistema a rete che va ulteriormente rinforzato, perché da un
lato deve permettere alle imprese di procedere in maniera celere e efficace, mentre dall’altro deve
garantire al cittadino che le cose che si stanno facendo sono sotto controllo e ecologicamente
sostenibili".

Share