Mutui rinegoziati, il Comune risparmia 60 mila euro l’anno

Deliberata dalla giunta la rinegoziazione dei due mutui accesi nel 2013 dal Comune per ricevere anticipazioni di liquidità da Cassa Depositi e Prestiti.
L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Alberto Stefano Giovannetti ha colto subito l’opportunità offerta dall’ultima legge di bilancio dello Stato, approvando una nuova modulazione del debito residuo, pari a poco più di 2 milioni e mezzo, che saranno corrisposti dall’ente di piazza Matteotti a un tasso di interesse fisso dimezzato (1,673%) rispetto al precedente e in un periodo più lungo (fino al 2051 e 2052). “Abbiamo scartato l’opzione dell’estinzione immediata – spiega l’assessore al bilancio, Stefano Filié – perché troppo onerosa a causa delle penali elevatissime. Ma la nuova modulazione di pagamento, nonostante sia spalmata su 9 anni in più, ci permette comunque di risparmiare circa 60 mila euro l’anno rispetto alla precedente”.

Soldi che “resteranno nelle casse del Comune e, quindi, dei cittadini di Pietrasanta – aggiunge il sindaco Giovannetti – da spendere in servizi sul territorio, per renderlo sempre più efficiente e accogliente”.
Le rate verranno corrisposte annualmente alle stesse scadenze del piano originario, 1° febbraio e 31 maggio.

 

Share