MUSICA ANTICA E CONTEMPORANEA A CONFRONTO

 

Sabato 21 , alle ore 21, si terrà presso la Chiesa di S Caterina (Via Vittorio Emanuele) un

appuntamento esclusivo con la musica contemporanea organizzato dalla Associazione Cluster in

collaborazione con il FAI (Fondo Ambiente Italiano). Si tratta del concerto del soprano Francesca

Breschi che presenterà il Laudario di Cortona del XIII secolo nella versione originale con cinque

Laudi e nella versione contemporanea rivista da cinque compositori Cluster. Un’idea nata dopo che

la stessa Breschi ha tenuto nello scorso ottobre, presso la Scuola Sinfonia, una master sulla vocalità

e sull’uso della voce in senso polifonico (una delle poche artiste al mondo che riesce a cantare col

canto e controcanto con la stessa voce). Alla proposta di scrivere brani contemporanei sulla base dei

temi del Laudario hanno aderito Elisabetta Capurso col brano “Nel mondo delle ombre” per canto,

percussioni ed elettronica su testo di Renzo Cresti, Silvia Marchetti “Contra liei” per voce,

tamburello e contorcano, Paola Massoni “Lamentomi et sospiro” per canto e violoncello, Andrea

Benedetti “Dal ciel venne messo novello” per canto ed elettronica. Tutti brani che saranno eseguiti

in prima assoluta alternati con arie del famoso Laudario di Cortona che renderanno la serata molto

suggestiva, grazie anche all’intima atmosfera della Chiesa di Santa Caterina messa a disposizione

dal FAI per questo evento esclusivo ed originale. Partecipano al concerto Peppe Frana (liuto, oud,

tamburo ), Federico Cipriano (violoncello), Matteo Cammisa (percussioni), Alberto Gatti

(elettronica).

Francesca Breschi fa parte dal 1990  del Quartetto Vocale di Giovanna Marini della quale dal 1995

è anche assistente  musicale e direttrice dei cori  per le musiche di scena composte fino ad oggi

dalla stessa. Musicista di formazione classica , cantante, attrice, compositrice  e didatta è da sempre

legata al teatro e a mondi paralleli come la video-arte, le arti  plastiche , la poesia, la canzone

d’autore. la musica elettronica,  la musica medievale e antica, collaborando  dal 1978  con

numerosi artisti tra i quali Nicola Piovani (musicista);Elio De Capitani (regista e attore del Teatro

dell’Elfo di Milano); Antoni Muntadas, Raúl Rodriguez  e José Antonio Hergueta (video-

artisti); Francesco de Gregori (cantautore), Serena Nono (pittrice), Giancarlo

Cobelli (regista), Roberto Roversi (poeta); Patrice Kerbrat; Giulio Bosetti, Hans Günther Heyme,

Franz Marijnen (registi teatrali); David Riondino (performer), Emilio Isgrò (autore di arti visive e

drammaturgo) , l’Ensemble Micrologus, Ensemble Lucidarium (musica medievale), Mario

Brunello (violoncellista) e Marco  Paolini  (attore e autore).

Ingresso gratuito .

Share