MOTORSPORT, ECCO IL CALENDARIO DEL 2019

 

 

Tra le manifestazioni di punta, il Rally del Ciocco, la Coppa Ville Lucchesi e la Coppa città di Lucca

 

Lucca, 22 febbraio 2019 – Il motorsport lucchese è in piena salute. Questo il dato che è emerso questa mattina, venerdì 22 febbraio, nella sede dell’Automobile club di Lucca a Sant’Anna dov’è stato presentato il calendario degli eventi motoristici, promosso e sostenuto, direttamente o indirettamente, da Aci Lucca, in programma per il 2019. Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti Luca Gelli, presidente di Aci Lucca; Luca Sangiorgio, direttore di Aci Lucca; e Sandra Paterni, fiduciaria di Aci sport. Tra le manifestazioni di punta che anche quest’anno animeranno tutto il territorio lucchese ci saranno il Rally del Ciocco, la Coppa Ville Lucchesi e la Coppa Città di Lucca. Al centro di tutto, infatti, c’è proprio la collaborazione che il sodalizio automobolistico promuove e costruisce con i vari soggetti organizzatori delle compotezioni, da Organization Sport Events a Maremma Corse 2.0 fino a Lucca Corse. E, altra faccia della medaglia, la volontà di Aci di custodire, tramandare e valorizzare sempre di più la cultura motoristica della provincia di Lucca, fatta di piloti, navigatori, organizzatori, ufficiali di gara, appassionati, storie e aneddoti.

Gli eventi. Sono molti gli eventi che Aci Lucca e Aci Sport organizzeranno direttamente o a cui daranno il proprio contributo indiretto anche in questo 2019. Torna anche quest’anno l’immancabile appuntamento con il “42esimo Rally del Ciocco”, in programma dal 22 al 24 marzo per l’organizzazione di Ose srl. Un evento imperdibile, che apre il Campionato italiano rally. Aci Lucca sarà presente a Forte dei Marmi dove, come da tradizione, parte la prova spettacolo in notturna. Qui sarà possibile fare dei test drive grazie ai mezzi messi a disposizione nell’ambito del progetto Ready2go, il programma di scuola-guida innovativo promosso dall’Aci.

Il 12 e 13 luglio sarà poi la volta della seconda edizione della “Coppa Ville Lucchesi”, il rally riservato alle auto storiche, organizzato direttamente da Aci Lucca che, dopo il successo del 2018, torna con molte novità: la nuova data (da giugno a luglio) per permettere una maggiore partecipazione, il tracciato che quest’anno abbraccerà anche il territorio di Altopascio, attraversando così tutti i comuni della Piana e i riconoscimenti: quest’anno infatti la corsa sarà valida come prova del Trofeo rally di zona e come tappa del Campionato italiano di regolarità a media.

L’Automobile club darà poi il proprio supporto anche per quanto riguarda la 54esima edizione della “Coppa città di Lucca”, organizzata da Maremma Corse 2.0. L’amato trofeo che ogni anno richiama centinaia di sportivi da tutta Italia, quest’anno si svolgerà il 27 e 28 luglio e vedrà, come sempre, un parterre di partecipanti di assoluto livello.

Chiuderà infine la stagione motoristica 2019 l’ormai tradizionale appuntamento con il “Ciocchetto Rally Event”, nella sua rinnovata formula che tanto è piaciuta lo scorso anno con le varie prove che si svolgeranno tutte all’interno della tenuta del Ciocco nel comune di Barga.

Tutte queste manifestazioni rientrano all’interno del “Premio Rally Aci Lucca”, rivolto ai piloti e ai navigatori in possesso della licenza della sezione lucchese dell’Aci e che si cimenteranno nelle varie prove in programma.

 

«La valorizzazione delle tradizione motoristica lucchese è un elemento centrale della nostra attività. Sono infatti moltissimi gli appassionati sul nostro territorio, giovani e meno giovani, che continuano a correre e a crescere e questo per noi è uno stimolo importante – dichiara il presidente di Aci Lucca, Luca Gelli – Un calendario così ricco di manifestazioni di assoluto valore, del resto, è indice di quanto il motorsport lucchese goda di ottima salute. Ricordo inoltre che al Ciocco sorgerà un nuovo Centro tecnico federale che sarà diretto niente meno che dal nostro campione Paolo Andreucci e con cui lavoreremo in stretta sinergia: sarà la punta di diamante per quanto riguarda l’attività di formazione di piloti, navigatori e ufficiali di gara. Anche questo è, a tutti gli effetti, cultura: cultura sportiva, cultura automobilistica, cultura storica».

 

«La parte dedicata al motorsport è una componente importante del nostro lavoro – aggiunge il direttore di Aci Lucca, Luca Sangiorgio – Tra le attività che facciamo ci sono i corsi di prima licenza per i piloti. E poi ancora la formazione legata alla sicurezza e all’organizzazione degli eventi, sia per i piloti e navigatori che per gli ufficiali di gara».

 

«Il nostro obiettivo è quello di valorizzare la tradizione storica del motorsport nella nostra provincia – ha dichiarato invece il fiduciario di Aci sport, Sandra Paterni – Non si tratta solo di organizzare eventi rivolti agli appassionati ma anche di portare avanti una memoria storica e culturale di una lunga tradizione che nella nostra provincia è molto radicata. Basti pensare che al Premio rally Aci Lucca abbiamo superato le 250 iscrizioni. Dimostrazione di quanto il nostro territorio sia fertile per lo sport motoristico, una sorta di testimone che passa di generazione in generazione».

Share