Morte Alì, Foreman: “Se ne va una parte di me”. Tyson: “Dio è venuto a prendersi il suo campione”

Morte Alì, Foreman: “Se ne va una parte di me”. Tyson: “Dio è venuto a prendersi il suo campione”

Morte Alì, Foreman: “Se ne va una parte di me”. Tyson: “Dio è venuto a prendersi il suo campione”

Tutti rendono omaggio al mito, a cominciare dal texano, che lo affrontò aMinshasa nel match più famoso della storia

Un grande avversario ha subito reso omaggio a Muhammad Alì, morto questa notte a 74 anni: “Se ne è andata la parte ‘più grande’ di me”, ha scritto su TwitterGeorge Foreman, protagonista con Alì del più famoso match della storia della boxe, a Kinshasa, nell’allora Zaire, nel 1974. Alla Bbc, Foreman sottolinea: “Io, Frazier e Ali eravamo una persona sola, una parte di me se ne è andata, Muhammad Ali è stato una delle più grandi persone che io abbia mai conosciuto. E non c’è dubbio che sia stata una delle migliori del nostro tempo. Considerarlo solo come pugile è un’ingiustizia”. Poi, alla tv britannica, Foreman parla dell’amore di Muhammad Alì per l’Inghiterra e per come lì venisse trattato. “Amava in particolare Londra. Se vi fosse nato e cresciuto, Cassius Clay non avrebbe mai cambiato il suo nome”.

fonte repubblica.it

Share
Verde Azzurro 6

Verde Azzurro 6