MONTE DEI PASCHI DI SIENA  CHIUDE A COREGLIA………

LA RISPOSTA DEL COMUNE DI COREGLIA.MPS: NOMURA, DA MUSSARI E CDA OK AD 'ALEXANDRIA'

ORDINE DEL GIORNO  IN DIFESA DELL’APERTURA AL PUBBLICO DELLA FILIALE DELLA BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA   POSTA IN  COREGLIA CAPOLUOGO

 

IL CONSIGLIO COMUNALE

 

  • Vista la comunicazione pervenuta dalla Banca  Monte Dei  Paschi Di Siena datata 20.12.2017 a firma dell’Amministratore Delegato, nostro protocollo n.12410 del 27.12.2017, con la quale siamo informati che dal giorno 22 gennaio 2018 la filiale di Coreglia Antelminelli, Via della Penna 1, “proseguirà la propria attività”  nei locali della filiale di Ponte all’Ania strada 445 della Garfagnana, preannunciando nella sostanza  la totale chiusura della storica filiale di Coreglia capoluogo;

  • Rilevato che  in anni recenti, di fronte a paventate ipotesi di ridimensionamento della filiale di che trattasi, l’ Amministrazione Comunale  si è formalmente opposta alle suddette  sciagurate intenzioni, ottenendo di contro addirittura un potenziamento della filiale con l’attivazione di un efficiente sportello Bancomat;

  • Che tale decisione, priva di qualsiasi concertazione e/o preventiva informazione  con questa Amministrazione  appare  non condivisibile,  immotivata e  pertanto inaccettabile per quanto appresso indicato e precisamente:

 

  • Che questo Capoluogo, avente caratteristiche di territorio montano, ha già subito pesanti riduzioni di apertura del locale ufficio postale, che in via alternativa potrebbe offrire alla cittadinanza  servizi di carattere bancario;

 

  • Che il paese di Coreglia Antelminelli, è il Capoluogo del Comune che  complessivamente conta oltre 5250 abitanti di cui oltre 1000  nel Capoluogo;

 

  • Che questo Ente si sta sforzando per migliorare i servizi  interessati da flussi turistici importanti; appare quindi inaccettabile la chiusura della filiale in parola unica Banca ivi presente, la storica MPS,  costituente un tutt’uno con  il tessuto economico e sociale;

 

  • Che è appena il caso di ricordare  che a Coreglia vi è la sede e gli uffici Comunali, La Caserma dei Carabinieri, un Museo Civico, la Residenza Sociale  della ASL n.2,  diverse attività commerciali e turistiche, inoltre il Comune di Coreglia è Ente Capofila per la gestione associata di alcuni importanti servizi associati fra i comuni della Media Valle del Serchio  ed  è inserito nel Club dei Borghi più Belli d’Italia (solo 12 in Toscana), ed è sede di un Camping internazionale frequentato da decine di migliaia di turisti stranieri;

 

  • Che gli abitanti del Capoluogo e delle annesse località, per raggiungere lo sportello bancario più vicino, dovranno percorre una distanza  di oltre  15 Km;

 

  • Che, la popolazione prevalentemente anziana, fedele cliente del Vs. istituto da numerosi decenni, subirà un notevole disagio causa le avversità geografiche e le carenze di servizi di trasporto pubblico;

 

  • Che,  la crisi economico finanziaria attraversata da Codesta Banca, ha trovato nell’aiuto pubblico, (di Stato) il  giusto sostegno per una virtuosa ripresa, pur non volendo qui entrare nelle vicende che ne sono stata causa,  non possiamo fare a meno di accettare che poi siano realtà così piccole ed emarginate come il nostro Borgo Montano, a subirne e pagarne così pesantemente le conseguenze;

 

  • Che recentemente il Governo ha varato una serie di sostanziali provvedimenti a favore  dei piccoli borghi e dei territori montani, quali  insostituibili presidio per la salvaguardia del territorio e dell’economia locale: appare allora  veramente  contraddittorio e provocatorio quanto da Voi messo in essere;

 

  • Che  pertanto, per le suesposte  ragioni, quanto comunicato   con la lettera        dell’Amministratore Delegato appare inaccettabile anche da parte di questo Consiglio Comunale;

 

  • Visto l ‘ordine  del giorno  all’uopo predisposto  dall’Amministrazione Comunale,  sottoposto alla valutazione di questo Consiglio comunale nella seduta del 29 dicembre 2017 e  ritenuto lo stesso meritevole di condivisione ed approvazione:

D E L I B E R A

 

  • Di far proprio l’ordine del giorno predisposto dall’Amministrazione Comunale e  e pertanto di  richiedere  alla Banca Monte Dei Paschi Di Siena spa, nella persona dell’Amministratore Delegato, un ripensamento sulle decisioni assunte;

 

  • Di richiedere che venga concesso a questa Amministrazione Comunale un incontro al fine di meglio rappresentare e sostenere le ragioni di questa ferma  opposizione e di ricercare assieme eventuali soluzioni che possano contemperare le esigenze del territorio che siamo chiamati a rappresentare  con quelle, pur legittime, di Codesto Istituto Bancario;

 

  • Di voler valutare quanto è nostra intenzione proporvi e quindi sospendere ogni termine perentorio di chiusura, meno che mai la funzionalità costante dello sportello Bancomat;

.

  • Di attivare ogni altra azione di protesta a difesa  di un servizio ritenuto  utile, essenziale  la cui fruizione non può essere compressa senza recare grave pregiudizio alla cittadinanza.

 

Share