D

a quando nel 2013 la RAI decise di salutare miss e contro miss chiudendo i rubinetti ad uno dei concorsi più cari dell’universo, Miss Italia è diventato in pochissimo tempo un thrashone dissacrante. Finiti i soldi pubblici della RAI, scartati da Mediaset e nemmeno considerati da SKY, il concorso è approdato sui più modesti lidi di La7. Vedere Simona Ventura alla guida della trasmissione con tanto di Vadimir Luxuria, Joe Bastianich e Claudio Amendola inizia a delineare il quadro; se poi unisci Massimo Ferrero, Morgan, Giusy Ferreri, Baby-K e Francesco Facchinetti il paesaggio è completo. Pensare che la serata si è svolta nel giorno del compleanno della divina Sofia Loren appare quasi un insulto, ma la damnatio memoriae fortunatamente attenua questa dissacrazione. Non ci sarebbero molte altre parole da scrivere, se non registrare la partecipazione alla finale di Ginevra Bertolani, nata nel ’94 a Castelnuovo di Garfagnana ed attualmente residente a Firenze per studiare al Polimoda. Per i Toscani è Toscana, per i lucchesi è lucchese, per i rossoneri è rossonera, per i Garfagnini è garfagnina, in pratica è “bona per ogni occasione”. In realtà è bona e basta, vincitrice di un numero considerevole di fasce, portamento elegante e se ha fortuna potrebbe anche sfondare in Tv realizzando qualche sogno nel cassetto. Nel concorso di Miss Italia è arrivata quarta, che in questi contesti significa esima, ovvero presto dimenticata. Ore e ore di prove, sacrifici e sofferenze per poi vedersi troncare la corsa da Luxuria, tutor e giudice che ha rilasciato una perla di saggezza per il mondo intero:

“Essere donna è il più gran regalo della natura. Io questo regalo me lo son fatta da sola”

Il famoso televoto, 1 euro ad sms, come sempre riempirà le tasche di qualcuno, ma per il pubblico è giusto così: l’importante sono i mi piace e l’hashtag. Piccolo consiglio. Ci sono concorsi di bellezza molto meno titolati, alcuni con bellezze autoctone altri con bellezze toscane; forse sono meno dissacranti questi concorsi che il trashone in salsa X Factor di Miss Italia. Gran finale all’americana, perchè nonostante tutto, sia in politica che nei concorsi di bellezza, non perde mai nessuno e tutti sono felici.

Share