1) Una rapida presentazione del candidato Sindaco/a e della Lista

Il candidato Sindaco della Lista “Uniti per Minucciano – Insieme per la Garfagnana” è Nicola Poli, Avvocato cassazionista, sposato con una collega, Maura Landi, e padre di due bimbi, Lorenzo di otto anni e Teresa di cinque.

È stato Assessore nelle giunte Davini 2004 – 2009 e 2019 – 2014, nonché Sindaco del Comune di Minucciano dal 2019 al 2019.

I candidati Consiglieri sono: Erminio Monelli, Vittorio Torre, Marco Cacciaguerra, Davide Spinetti, Derio Pierotti e Francesco Pierotti, già consiglieri nell’Amministrazione uscente, nonché Alessandro Monfroni, Lorenzo Borghesi, Anna Paladini e Laura Menchelli, che si presentano invece per la prima esperienza amministrativa.

Complessivamente, una squadra che garantisce il giusto mix di esperienza e competenza da un lato ed entusiasmo, freschezza, originalità, dall’altro.

La squadra è stata costruita per dare al territorio la massima copertura possibile, in modo che siano adeguatamente rappresentate le istanze di tutte le frazioni, anche quelle più periferiche e per assicurare al contempo un vasto raggio di competenze, in modo da occupare con la massima attenzione e professionalità tutti i settori in cui si dipana l’amministrazione pubblica locale.

2) Quali sono i punti principali del programma?

Il programma è molto vasto e, proseguendo la positiva esperienza dell’Amministrazione uscente, la nostra azione sarà incentrata sullo sviluppo del territorio, per l’inversione del trend (nazionale) di decremento demografico nei Comuni di fascia appenninica.

Pianificazione del territorio e delle risorse: il Piano di Gestione dei Boschi, i 4 Piani Attuativi dei Bacini Estrattivi Coordinati e il Piano Strutturale, tutti approvati nel corso dello scorso quinquennio, hanno posto basi solide perché i principali settori economici del territorio (quello lapideo, quello boschivo e quello edilizio) possano nuovamente iniziare a crescere, per la prima volta realizzando le condizioni affinchè le aziende possano effettuare investimenti di lungo periodo. È ora necessario lavorare affinchè si strutturino stabilmente filiere locali di lavorazione dei prodotti, sia del lapideo, sia forestali, in modo da aumentare l’occupazione e la circolazione dell’economia in loco, con vantaggi anche per il complessivo indotto. Servono regolamenti comunali che consentano alle aziende locali di essere competitive sul mercato e impediscano che la lavorazione locale sia limitata alla sola estrazione della materia prima. Questa fondamentale opera di pianificazione, oltre ad aumentare l’economia locale, determina ed ha già determinato il venire ad esistenza di entrate extratributarie ulteriori per le casse del Comune per diverse centinaia di migliaia di Euro, che consentono all’Ente di progettare e realizzare opere, fondamentali per lo sviluppo del territorio.

implementazione delle infrastrutture pubbliche: l’Amministrazione uscente, direttamente o indirettamente, ha portato sul territorio investimenti per oltre 12.000.000 di Euro, serviti per ristrutturare scuole ed edifici di pubblica utilità, per opere di rigenerazione e riqualificazione urbana, di prevenzione del rischio idrogeologico negli alvei fluviali, sui versanti, in prossimità delle strade, per eliminare barriere architettoniche, riqualificare alcuni dei siti turisticamente più rilevanti del Comune e sistemare le viabilità rurali e forestali. La Lista Uniti per Minucciano – Insieme per la Garfagnana si propone di proseguire nell’importante lavoro svolto in questo settore; come Amministrazione uscente ha già licenziato un bilancio di previsione nel quale trovano copertura economica alcune importanti progettazioni (solo per citare le principali: prosecuzione della pista ciclo – pedonale sul Lago di Gramolazzo, riqualificazione dell’area Ex Segheria a Gorfigliano, realizzazione del Giardino di Montagna e area attrezzata a Carpinelli, rigenerazione urbana di Pieve san Lorenzo, riqualificazione del castello di Castagnola) ed ha inserito nel suo programma una serie di progettazioni di alto livello, relative ad opere per diversi milioni di Euro, da realizzarsi tutte entro i termini del prossimo mandato ed in tutte le frazioni del Comune.

Tasse ed imposte locali: nonostante le entrate erariali (cioè derivanti dallo Stato e non dai cittadini) siano più che dimezzate nell’ultimo decennio, l’Amministrazione uscente ha lasciato TASI e IMU invariate ai livelli del 2014 ed ha ridotto la TARI di circa il 10-12% a tutte le categorie di utenti. L’Amministrazione uscente ha lasciato un bilancio comunale in estrema sicurezza e stabilità, che consente di affermare che anche nel prossimo futuro i livelli di esazione non saranno aumentati. Per quanto concerne la TARI si potrà perseguire un’ulteriore riduzione, migliorando il livello della raccolta differenziata e riducendo la frazione di rifiuto indifferenziato, che è quella il cui smaltimento costa di più.

Proseguirà la politica volta a favorire l’insediamento e l’ampliamento di attività produttive sul territorio, che già vedono l’IMU azzerata per i primi 2 anni e ridotta del 50% per i successivi 2. Si prevedranno, inoltre, forme di sgravi per le botteghe di paese.

Servizi ai cittadini: l’offerta di servizi alle famiglie rappresenta un indice importante della qualità della vita. La Lista Uniti per Minucciano – Insieme per la Garfagnana ha in programma la prosecuzione di importanti iniziative quali i campus estivi per ragazzi e bimbi, la ginnastica dolce e le cure termali per gli anziani, con la partecipazione economica del Comune soprattutto per le famiglie in difficoltà, per quelle numerose, ecc….

Servirà inoltre grande esperienza nella gestione dei servizi di livello sovracomunale (vincoli, pianificazione urbanistica, sociale, ecc…).

Associazionismo e volontariato: la Lista uniti per Minucciano – Insieme per la Garfagnana vuole realizzare una sinergia profonda con l’Associazionismo locale, vera e propria spina dorsale delle comunità, programmando e realizzando insieme progetti sociali, manifestazioni, iniziative sul territorio. Per questo istituirà una delega specifica e realizzerà incontri periodici con le associazioni.

Categorie sociali: la Lista uniti per Minucciano – Insieme per la Garfagnana, dopo l’importante esperienza svolta con imprese agricole e commerciali nell’ambito del PIT, intende implementare la collaborazione con le categorie sociali. Per questo prevede l’istituzione di specifiche deleghe agli Amministratori e svolgerà periodici incontri con cacciatori e pescatori, agricoltori, commercianti, operatori del settore turistico e di quello lapideo, operatori del settore scuola e genitori, per coordinare e condividere le rispettive progettualità. Sarà implementata l’attività di animazione per supportare le aziende locali nella partecipazione ai bandi per le misure loro dedicate dagli strumenti di programmazione regionali e non.

Queste sono solo le principali direttrici, di un’azione prevista e progettata nel dettaglio, che si può leggere integralmente sul Programma ufficiale depositato in Comune o sulla pagina FB della Lista.

3) Lista Civica senza partiti di riferimento o Lista Civica con partito/i parte integrante?

Si tratta di una lista civica senza partecipazione ufficiale di partiti, ma storicamente sostenuta dai partiti di centro sinistra. Coloro che ne fanno parte hanno estrazione personale eterogenea, ma ci unisce la condivisione di un progetto serio e strutturato di sviluppo del territorio, l’idea di una comunità coesa e consapevole che vuole crescere ed ammodernarsi, senza rinunciare alle proprie tradizioni, l’amore per un territorio bello e con tante potenzialità ancora da sviluppare.

4) Parli del turismo nel suo territorio comunale

La crisi della cd. villeggiatura, come idea di turismo, affonda le radici negli anni ’80 e si è conclamata negli anni ‘90 e 2000.

Il turismo nel Comune di Minucciano ha bisogno di essere rilanciato, attraverso opere che servano a qualificare le nostre bellezze naturali, a renderle maggiormente fruibili da parte dei turisti e più adatte al turismo moderno, fatto di periodi di soggiorno brevi e molto dinamici.

Per fare un esempio: l’Amministrazione Davini e quella Poli hanno complessivamente speso circa 1.200.000 Euro per la riqualificazione della sponda sinistra del lago di Gramolazzo: si tratta di una serie di interventi che hanno fatto del nostro Lago uno dei più belli della Toscana e il livello di coloro che vi si recano è cresciuto nell’ultimo quinquennio in modo esponenziale. Sono sorte nuove attività sulle sponde ed anche l’edilizia privata ha subito, in quella zona, una ripresa evidente.

Sotto il profilo infrastrutturale, le ulteriori opere previste nei comprensori turistici di Argegna – Carpinelli (la realizzazione del Parco dei fiori di montagna e dell’area attrezzata a corredo), Lago di Gramolazzo (prosecuzione della pista ciclo pedonale e realizzazione di aree sosta e attrezzate) e Gorfigliano (realizzazione di aree sosta attrezzate alla Ex segheria, realizzazione di spazi per aggregazione e Museo del marmo) serviranno a qualificare sempre di più le nostre principali attrazioni, dotandole di servizi e comfort (aree sosta per camper, aree parcheggio, servizi igienici, aree pic – nic e belvedere, ecc…) adeguati ai migliori standard.

Per favorire e incentivare il turismo religioso ed escursionistico, saranno riqualificati i sentieri e le vie rurali che collegano l’Ospitale di Tea (porta del territorio sulla cd. Via del Volto Santo) a tutte le principali attrazioni religiose e non (sono già stati finanziati 3 progetti in tal senso sul P.S.R. della regione Toscana; altri 3 sono già stati presentati sui nuovi bandi e sono in corso le progettazioni per una ulteriore tranche), e saranno riqualificati i percorsi sentieristici di alta montagna sulle Apuane, dove nell’ambito dei Piani Attuativi dei Bacini Estrattivi sono già previste importanti opere di riqualificazione ambientale e implementazione della sentieristica e delle emergenze di archeologia industriale.

Sotto il profilo organizzativo, è necessario uniformare e qualificare le forme di comunicazione e di promozione. In questo senso, l’Amministrazione uscente ha già finanziato un progetto (che dovrà essere sapientemente sviluppato dalla nuova Amministrazione) per la realizzazione di una App e di un software promozionale, con diffusione nei locali pubblici del territorio di totem multimediali, in grado di offrire informazioni e servizi a turisti e cittadini.

5) Cosa pensa di fare per la salvaguardia del suo territorio (compreso l’agricoltura)?

La grande progettualità che l’Amministrazione uscente ha messo in campo in questi anni, ha consentito la realizzazione di opere importanti per la salvaguardia del territorio e il suo sviluppo. Sarà fondamentale proseguire in tale trend, per la realizzazione di tutti gli interventi che abbiamo inserito nel nostro programma, che concernono lo sviluppo di tutte le frazioni e di tutte le categorie sociali.

La realizzazione di opere e il mantenimento delle infrastrutture è il primo indice della capacità di una Amministrazione e il principale volano per lo sviluppo del territorio e per la sua salvaguardia.

Per quanto concerne l’Agricoltura, in particolare, sarà importante proseguire la progettazione per il recupero e il mantenimento delle viabilità rurali e l’azione di animazione per le aziende, in ordine alle misure a sostegno del settore. La nuova Amministrazione dovrà incentivare la realizzazione di filiere di prodotti locali e quella del settore della forestazione, dovrà farsi parte attiva nei rapporti con Parchi e Regione Toscana, per l’individuazione di adeguate misure contro l’incontrollato proliferare di specie animali nocive e tutelare per contro, quelle attività (come quella venatoria) che rappresentano oltre che elementi caratterizzanti la nostra identità, anche utili baluardi contro tali problematiche.

6) Avete, come Lista, una posizione ufficiale sulla questione del progetto di un Pirogassificatore presentato da KME Italy S.p.a. di Fornaci di Barga?

No. A dire la verità, non ne abbiamo ancora discusso.

7) La prima cosa che farete in caso di vittoria?

Sono in uscita, nel periodo primavera – estate, molti bandi regionali, con importanti dotazioni economiche. La prima cosa che faremo è predisporre gli atti per la partecipazione a tutti i bandi in uscita, con le progettazioni contenute nel nostro programma, per non perdere nemmeno una opportunità di finanziamento per il Comune.

8) Tre motivi per cui i cittadini dovrebbero votare la vostra Lista

Esperienza, perché amministrare un Comune oggi, se non vogliamo limitarci alla mera ordinaria amministrazione, necessita la conoscenza approfondita di meccanismi, uffici, misure. E la nostra lista garantisce grande esperienza e serietà amministrative.

Competenza, perchè l’importante opera di pianificazione e programmazione del territorio e delle sue risorse e la stagione di grandi progettualità avviate, stanti la complessità dei procedimenti, necessita di competenze specifiche, che la Lista Uniti per Minucciano – Insieme per la Garfagnana ha appositamente selezionato per essere in grado di offrire al più alto livello.

Dinamismo, perché amministrare un Comune oggi non significa stare 6 giorni su 6 nel Palazzo, ma richiede di portare il Comune in Regione, nei Ministeri, in Europa. I Consiglieri garantiscono la presenza sul territorio, il Sindaco e la Giunta devono essere in grado di portare il Comune nelle sedi che contano. E questa Lista è giovane e determinata, in grado di assicurare presenza sul territorio e, contemporaneamente, in tutti i tavoli sovracomunali.

Share