SOCIALE: MIGLIORARE L’ACCESSO DEI CITTADINI AI SERVIZI SOCIO-SANITARI E ASSISTENZIALI.

Il lavoro svolto e gli impegni del Comune di Seravezza

20191213_tavoli-di-partecipazione_SFZE0068

Seravezza_ Un occhio sempre rivolto alla famiglia e alla comunità. Per migliorare i servizi socio-sanitari e assistenziali resi dalle istituzioni pubbliche e, soprattutto, per renderli più accessibili. È il punto focale di alcune iniziative che si stanno sviluppando in ambito locale e alle quali il Comune di Seravezza sta offrendo il proprio convinto sostegno.

«Spesso i cittadini, le famiglie, trovano grande difficoltà a districarsi nei complessi percorsi che danno accesso ai servizi», spiega l’assessore al sociale Orietta Guidugli. «Con l’Ausl e con gli altri Comuni del distretto ci stiamo impegnando a migliorare queste dinamiche, con particolare riferimento alla presa in carico dei soggetti svantaggiati. È il tema affrontato ad esempio nel lungo percorso dei Tavoli di partecipazione della Zona socio-sanitaria Versilia che si è concluso oggi (venerdì 13 dicembre, ndr) a Villa Bertelli di Forte dei Marmi. Un’iniziativa utile, bella, molto partecipata dagli enti, dalla stessa Ausl e dalle diverse espressioni del territorio – famiglie, cittadini, associazioni, cooperative, medici, infermieri ed operatori socio-sanitari –, svoltasi in un clima di piena armonia e di collaborazione, con il fine condiviso di mettere a fuoco le esigenze delle persone. Un percorso che siamo felici di aver ospitato anche nel nostro Comune, con un tavolo lo scorso anno alla Croce Bianca di Querceta. Alcune delle esigenze emerse a livello tecnico dovranno adesso trovare attenzione a livello politico, nella Conferenza dei sindaci integrata, per dare ai cittadini risposte certe in termini di protocolli e di procedure. I servizi ci sono, ci investiamo molto: migliorarne l’accessibilità significa renderli più efficaci ed utili».

Alla chiusura dei Tavoli di partecipazione della Zona socio-sanitaria Versilia, oggi, l’assessore Orietta Guidugli ha presenziato con i colleghi dei Comuni di Forte dei Marmi, Simona Seveso, e di Camaiore, Anna Graziani. Presente anche il direttore della Zona Distretto Alessandro Campani, il direttore dell’Ospedale Versilia Giacomo Corsini e le funzionarie Ausl Silvia Motto e Manuela Folena. I Tavoli si sono tenuti nell’arco di circa un anno con incontri periodici su tutto il territorio, registrando sempre una buona partecipazione di amministratori e operatori. La Zona Distretto Versilia è una delle prime ad aver completato il percorso nell’ambito dell’Ausl Toscana nord ovest.

«Mercoledì scorso abbiamo avuto il privilegio di ospitare alle Scuderie Granducali di Seravezza l’incontro di chiusura del ciclo “Accompagnare la vita – Around” promosso dal dipartimento delle professioni infermieristiche ed ostetriche dell’Azienda Usl Toscana nord ovest», dice ancora l’assessore Guidugli. «Cinque incontri in tutto, per parlare del ruolo di ostetriche, infermieri e operatori socio-sanitari nei contesti territoriali periferici, nelle famiglie e nelle comunità. Ancora una volta, dunque, la necessità di avvicinare i servizi alla gente, di facilitarne la fruizione da parte di chi ne ha diritto e bisogno. Intervenendo alle Scuderie per portare i saluti dell’Amministrazione ho sottolineato il ruolo importante degli infermieri e degli operatori sanitari fuori e dentro le strutture ospedaliere. Ho manifestato la nostra consapevolezza riguardo alla carenza degli organici e ai carichi di lavoro troppo elevati, dichiarandoci favorevoli ad implementare nuove assunzioni, anche a tutela dei cittadini. Se il Comune di Seravezza può essere un punto di riferimento, siamo disponibili anche in questo caso all’ascolto e a portare le esigenze emerse in discussione ai tavoli di confronto con gli altri enti locali e l’Ausl».

Share