La rappresentazione sarà in scena sabato 14 al Teatro del Giglio la mattina per le scuole e la sera per tutti

 

‘TI GIURO CHE … MI VEDRAI VOLARE’: UNO SPETTACOLO TEATRALE SULLA REALTA’ VISTA CON GLI OCCHI DEI GIOVANI

«Ti giuro che… mi vedrai volare» è il titolo della rappresentazione che andrà in scena al Teatro del Giglio, sabato 14 maggio alle ore 10 per gli studenti e, alle 21, per tutta la cittadinanza e che è stata presentata questa mattina (venerdì 6 maggio) a Palazzo Ducale.

 

Ad illustrare lo spettacolo – realizzato dall’associazione ‘Coralia’, dalla Croce Verde di Lucca e da Ecoeventi, in collaborazione con la Provincia, il Comune di Lucca e il Polo scientifico professionale ‘Giorgi-Fermi’, oltre all’«anima» del progetto, Mia Declàr, sono stati il consigliere provinciale Enzo Giuntoli, la vicesindaco di Lucca, Ilaria Vietina, un rappresentante della Croce Verde e il cantautore Luca Bonacchi.

 

La rappresentazione, scritta e diretta da Mia Declàr, è il racconto quotidiano di realtà che si incontrano o si scontrano sulla strada della vita: un’altra verità, vista con gli occhi dei giovani che hanno partecipato al progetto ‘Coccinella’, cercando di comunicare la gioia della rinascita, il valore della solidarietà e della forza d’animo. Sono, quindi, le emozioni che fanno diventare ‘speciali’ delle storie normali. Lo spettacolo è un viaggio attraverso la mente e il cuore, sulla strada della quotidianità, che si sviluppa sulle note del cantautore Luca Bonacchi e la sua band e della giovane rapper Dinamitra. Inoltre, a rendere più ‘colorata’ la rappresentazione, ci saranno i giochi di sabbia della ‘sand artistGiulia Ghibli e non mancherà la Compagnia delle Coccinelle.

 

Per informazioni e per la prevendita dei biglietti: Croce Verde Lucca (0583/467713).

 

L’associazione culturale ‘Coralia‘, da tre anni, promuove attraverso il Progetto Coccinella, dei percorsi scolastici volti alla prevenzione della violenza, al fine di educare e ri-educare ai sentimenti, passo fondamentale per sconfiggere ogni forma di violenza.

 

Share