Medici di famiglia: in provincia di Lucca ai saluti Girolami, mentre arrivano Matacera, Rocchi e Sgherri

LUCCA, 27 maggio 2021 – Alcuni cambiamenti sono previsti per i prossimi giorni nelle liste dei medici di famiglia previsti nella provincia di Lucca. In particolare:

nell’ambito territoriale della Valle del Serchio (Aft Garfagnana) dal 31 maggio cessa la convenzione della dottoressa Franca Girolami;

nell’ambito territoriale di Lucca e Pescaglia (Lucca 1 Aft Lucca Nord) dal 7 giugno comincerà l’attività convenzionata della dottoressa Monia Matacera;

nell’ambito territoriale di Capannori (Lucca 2 Aft Capannori) comincerà l’attività convenzionata delle dottoresse Rachele Rocchi (dal 7 giugno) e Giulia Sgherri (dal 14 giugno).

Con l’occasione ricordiamo che è sempre consigliabile effettuare la scelta del medico o pediatra dal proprio computer o dai dispositivi mobili come smartphone e tablet, senza la necessità di recarsi fisicamente agli sportelli azzerando quindi le file e con la massima libertà di orario.

Al servizio on line si può accedere tramite:
– App SmartSST di Regione Toscana (scaricabile su Play Store o Apple Store)
– Totem PuntoSI
– Portale web Open Toscana

Il portale Open Toscana, permette l’accesso alla funzionalità di scelta del medico, alla sezione “Servizi Toscana” e quindi “Salute”, utilizzando, per autenticarsi, il sistema di identità digitale Spid oppure, se si è in possesso di lettore di smart card tramite la tessera sanitaria e il pin rilasciato al momento della attivazione.

L’Azienda USL Toscana nord ovest ha messo a disposizione anche una modalità online. Sul sito istituzionale (https://www.uslnordovest.toscana.it/richiesta-cambio-medico) è disponibile un modulo elettronico compilabile via web per avanzare richiesta di cambio del medico o del pediatra. Può essere utilizzato dai cittadini con iscrizione, in corso di validità, al servizio sanitario regionale ed essere compilato per se stessi, per i propri figli minori o per persone per le quali si esercita la tutela. Le preferenze potranno essere espresse a favore di medici del proprio Comune di residenza o domicilio.

Solo nell’impossibilità di utilizzare le modalità indicate è possibile rivolgersi agli sportelli con funzione di anagrafe sanitaria presenti nei distretti aziendali.

Share