Incendio di cannelle minaccia le case

Massarosa – Un falò sfuggito al controllo ha causato un vasto incendio di cannelle di palude che ha minacciato alcune abitazioni lungo la ferrovia in via della Cava a Bozzano

 

Le fiamme innescate da un piccolo abbruciamento di legno di scarto che, improvvisamente, sono sfuggite al controllo, attaccando il muro di canne di palude completamente secche a causa della siccità per trasformarsi, nel giro di pochi minuti, in un rogo che ha minacciato le case a ridosso della ferrovia in via Cava, a Bozzano, nel comune di Massarosa.

Secondo le testimonianze dei residenti della zona, sarebbe questa la dinamica dell’incendio che ha tenuto impegnati i vigili del fuoco per gran parte del pomeriggio di mercoledì.

Sul posto, appena ricevuto l’allarme, sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco dal comando di Lucca e dal distaccamento di Viareggio che hanno provveduto a spegnere le fiamme più vicine alle case, con alcune baracche agricole andate distrutte. Poi fortunatamente il vento ha girato soffiando verso il lago e spingendo le fiamme all’interno della bonifica del Massaciuccoli.

I vigili del fuoco sono rimasti a monitorare la situazione senza la possibilità di intervenire, a causa del terreno paludoso che non ha permesso l’accesso da terra sia ai mezzi che alle squadre a piedi. Il pericolo era rappresentato dal vento che cambiava continuamente direzione, alimentando le fiamme e che potevano tornare a minacciare le abitazioni. Sul posto è intervenuta anche una pattuglia della polizia municipale di Massarosa e i tecnici delle ferrovie per verificare la necessità di bloccare i treni a causa del fumo e delle fiamme, eventualità che però è stata esclusa.

Share