Mascherine sui mezzi pubblici, stop all’obbligo dal 1 ottobre: ecco dove serviranno ancora – di Massimo Tarabella

Dal 1 ottobre non sarà più obbligatorio indossare la mascherina FFP2 sui mezzi pubblici: navi,traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale treni passeggeri interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità, autobus per il trasporto pubblico locale o regionale, scuolabus.

Ma l’obbligo della mascherina rimane per l’accesso alle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, comprese le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti.

Per i luoghi di lavoro la mascherina rimarrà in vigore fino al 31 ottobre un protocollo secondo cui il datore di lavoro assicura la disponibilità di Ffp2 per consentirne a tutti i lavoratori l’utilizzo. Inoltre, il datore di lavoro, su specifica indicazione del medico competente o del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, sulla base dei contesti lavorativi, individua particolari gruppi di lavoratori ai quali fornire adeguati dispositivi di protezione individuali (Ffp2), che dovranno essere indossati, avendo particolare attenzione ai soggetti fragili. Analoghe misu

re sono individuate anche nell’ipotesi in cui sia necessario gestire un focolaio infettivo in azienda».

Share