Marocchino arrestato per colpo in lavanderia.

 

Lucca, 6 luglio 2018. Un marocchino di 26 anni, domiciliato nel comprensorio del cuoio, è stato arrestato dai Carabinieri in flagranza di reato, nel pomeriggio di ieri, a Porcari (LU), con l’accusa di rapina impropria. I militari sono intervenuti a seguito della segnalazione di un furto in atto all’interno di una lavanderia a gettoni. Sul posto hanno sorpreso lo straniero, munito di un levachiodi, mentre tentava di aprire la macchina cambiamonete. Alla vista dei Carabinieri ha tentato di aggredirli nell’intento di guadagnarsi la fuga, ma veniva raggiunto e bloccato poco dopo al termine di un breve inseguimento. Considerati i danni cagionati alla struttura, nella quale è stata danneggiata una parete in cartongesso per accedere agli uffici da dove erano stati asportati due telefoni cellulari, è verosimile che il giovane marocchino non abbia agito da solo.

L’aggressione ai Carabinieri nel tentativo di fuggire a seguito del furto ha comportato per lo straniero l’accusa di rapina impropria. Al momento si trova detenuto per tale reato presso la casa circondariale di Lucca in attesa dell’udienza di convalida. Accertamenti sono in corso sia per cercare di identificare eventuali complici, sia per acclarare le loro responsabilità in episodi analoghi commessi nelle scorse settimane.

 

Share