Maria Carla Andreozzi si dimette da governatrice della Misericordia del Barghigiano

La governatrice della Misericordia del Barghigiano, in carica dal 2015, avrebbe lasciato la carica a causa della mancata condivisione sulla linea di rigore economico portata avanti da lei dal suo insediamento.

La Governatrice Maria Carla Andreozzi, dopo tanti anni alla guida della Misericordia del Barghigiano, ha deciso di rassegnare le dimissioni prima della scadenza naturale del mandato a gennaio 2023. Con lei se ne è andato anche il consigliere e vice presidente Enio Pieraccini. Uscite che, di fatto, tolgono la possibilità di attendere e trovare un sostituto naturale per portare avanti e rappresentare amministrativamente il direttivo. Ora la questione è infatti al vaglio del collegio dei probiviri che dovrà decidere se andare avanti in via eccezionale fino alla scadenza naturale oppure se sarà necessario indire nuove elezioni prima di allora.

Andreozzi ha commentato la decisione, affermando che è mancata la condivisione della linea portata avanti dall’associazione fino a quel momento. Una linea quella della Governatrice, in carica dal 2015, impostata  in questi anni sul rigore economico, ma che ha indubbiamente portato a risultati positivi. Sotto la sua direzione  è stato portato avanti, e praticamente ormai definitivamente concluso, il salvataggio dalla pesante crisi dovuta ad una situazione economica fallimentare relativa ad anni precedenti ed il risanamento di tutte le situazioni problematiche.

La sua speranza è che, nonostante la sua linea non sia più condivisa, tanto da rassegnare le dimissioni, si tenga comunque conto di una politica di rigore e contenimento dei costi al fine del mantenimento di tutti i servizi. Andreozzi  si augura che i sacrifici fatti da tutti quelli che hanno lavorato con lei negli anni difficili, non vadano insomma vanificati.

Share