nudi-e-crudi-foyer_br-735x400

Lei, ha debuttato in tv con “….E la vita continua” di Dino Risi. La vera popolarità l’ha conquistata con il “Drive In” e “La Tv delle ragazze”. Tante le fiction e le serie tv interpretate tra cui: “Amico mio”, “Dio vede e provvede” e “Finalmente soli”. Lui, inviato delle Iene, interprete di famose fiction come “Boris”, “Distretto di Polizia”,  “La squadra” o “Don Bosco”.  Al cinema, ha recitato in “Diaz”, “Tutta colpa di Freud” e molti altri ancora. E’ andato in scena quest’anno con “Se mi lasci non vale” di Vincenzo Salemme.

Sono Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi due grandi attori, con un’esperienza importante alle spalle di teatro ma anche televisione e film, interpreti capaci di farti sorridere e commuovere insieme. Entrambi reduci da due trionfali stagioni: la prima con Angela Finocchiaro nella commedia “La scena” di Cristina Comencini, il secondo al fianco di Lella Costa in “Nuda proprietà”. Due grandi attori che sanno toccare corde emotive senza mai risultare banali.

Due grandi protagonisti della tv italiana che arrivano al Teatro dei Differenti di Barga, con “Nudi e crudi”, sabato 20 febbraio. Uno spettacolo tratto dal romanzo di successo di Alan Bennett, diretto da Serena Sinigaglia e scritto da Edoardo Erba.  Una commedia spumeggiante, piena di umorismo e ironia che costruisce un ritratto impietoso della vita di una coppia di mezza età.

Una commedia che fa sorridere dei guai di Mr e Mrs Ransome, ma che allo stesso tempo commuove. Nella commedia è facile sentirsi simili al bisogno dei due coniugi, di sentirsi vivi e felici nonostante lo scorrere inesorabile del tempo, della noia, della routine che ammazza.

La vita di due coniugi inglesi verrà sconvolta da un furto in casa. I ladri non hanno lasciato né un interruttore, né un rubinetto, né la moquette sul pavimento.  La loro vita tranquilla e ripetitiva verrà completamente sconvolta. Però la reazione dei due sarà diametralmente diversa: lui si incupisce e si arrabbia sempre più, lei prova un senso di sollievo e quasi di liberazione. E mentre il gioco dei caratteri, esasperato da visite inattese, diventa sempre più esilarante, il mistero del furto trova un’imprevista soluzione.

Il Teatro Dei Differenti  è ormai nei circuiti nazionali più importanti, grazie anche a Fondazione Toscana Spettacolo.

Share