CARTELLONI PUBBLICITARI: ALTRO ELEMENTO DI DEGRADO IN CITTA’

MARCO DONDOLINI (FDI) PUNTA IL DITO SU UN’ALTRA CRITICITA’ CITTADINA

“Oltre alle aiuole in uno stato pietoso ci sono anche i maxi cartelli pubblicitari a portare degrado”

L’esponente di FdI Marco Dondolini punta il dito su un particolare aspetto di criticità <favorito dalle scelte dell’amministrazione comunale>.

“In altre località vicine _ spiega _ come Massarosa e Camaiore, è stata individuata una particolare tipologia di cartelloni che può essere montata dalle aziende private, limitando le installazioni a pannelli medio-piccoli. A Viareggio invece c’è la possibilità di montare anche pannelli di 6×3 metri, opportunità di cui in tanti hanno legittimamente approfittato. Inoltre l’amministrazione comunale ha fatto di più: ha modificato il regolamento della pubblicità e delle pubbliche affissioni permettendo l’affissione della carta anche sui cartelloni pubblicitari dei privati. Il terribile risultato è stato sotto gli occhi di tutti, purtroppo nel pieno della stagione turistica. Infatti chi è arrivato in città ha trovato proprio nei punti di maggior passaggio un’immagine di degrado: le strutture più grandi sono infatti concentrate alla rotonda della Cittadella, ai Macelli ma anche alla rotatoria della ‘tuffatrice’ dove questi maxi pannelli presentano cumuli di carta a terra, strappata, rovinata dalla pioggia o penzoloni. Con un moltiplicarsi dell’inquinamento, anche visivo. Faccio presente infine che quella scelta dell’amministrazione _ conclude Dondolini _ è stata anche un boomerang per le casse del Comune, dato che in tanti hanno preferito rivolgersi al privato, rispetto alle pubbliche affissioni”.

Share