Marchetti premiato dall’Associazione Europea delle Vie Francigene per il suo impegno per questo percorso. Nicola Fantozzi confermato vicepresidente.
Arrivano buone notizie da Fidenza, in provincia di Piacenza, dove si sta svolgendo una tre giorni dedicata alla Via Francigena che è culminata nel convegno internazionale “Via Francigena, via di pace” che coincide con il 15° anniversario della fondazione dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, di cui Altopascio è stato uno dei primi comuni promotori.
Per sottolineare questo decisivo ruolo di Altopascio, sono giunte durante i lavori due importanti attestazioni di stima e di riconocimento del gran lavoro fatto per la via Francigena al sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti e all’assessore alla cultura Nicola Fantozzi.
Maurizio Marchetti, dopo essere intervenuto durante la terza sessione dei lavori del convegno internazionale nell’ambito del tema “La Francigena per tutti, la voce dei territori”, è stato premiato nel corso della quarta sessione, riservata all’assemblea generale dell’associazione. Due le motivazioni per il premio a Marchetti : la sua presenza fra i soci fondatori e creatori di questa importante realtà internazionale che ha , fra l’altro, buone chances di un riconoscimento da parte dell’Unesco, e il suo ininterrotto impegno come sindaco per la valorizzazione della Via Francigena, anticipando una tendenza che oggi vede tanti enti, Regione Toscana in primis, accorgersi seppur in ritardo delle potenzialità di questo percorso turistico-spirituale.
Nicola Fantozzi è stato riconfermato vicepresidente dell’associazione. Un grande riconoscimento per lui e per l’amministrazione comunale, che premia anche in questo caso impegno e lungimiranza.
Con questa straordinaria doppietta Altopascio consolida la sua posizione di punto di riferimento internazionale per la via Francigena, come testimoniano i riconoscimenti ricevuti dai due amministratori e i numeri che da sempre accompagnano l’attività altopascese in questo ambito. Ogni anno sono infatti circa 3000 i pellegrini che vengono ospitati gratuitamente nelle due foresterie del paese, cui si aggiungerà a breve una terza, quando sarà recuperata dal punto di vista strutturale l’abbazia di Badia Pozzeveri.
Altopascio è sempre più al centro della via Francigena e delle iniziative che si stanno sviluppando intorno ad essa- hanno commentato Marchetti e Fantozzi-. E’ importante che questo lavoro continui perchè il prestigio internazionale di Altopascio, anche grazie a questi risultati, cresce a vista d’occhio”.

 

Share