Maurizio Marchetti, Sindaco di Altopascio e coordinatore provinciale di Forza ItaliaContinua lo scambio di idee fra elementi diversi all’interno di Forza Italia. “Ognuno pensa di avere ragione e in ogni caso mi fa piacere che tutto avvenga alla luce del sole, contrariamente a quanto accade nel Pd – dichiara Maurizio Marchetti. – Loro saranno più furbi di noi, ma credo che questo dibattito interno al nostro partito sia, seppure tardivo, certamente producente e costruttivo. Penso che che ognuno di noi abbia diritto a esprimere le proprie opinioni, che arricchiscono una fase in cui la politica è sempre più distante dai cittadini”.

Questo vale anche per Martinelli e Macera che sono due risorse di Forza Italia che, mi auguro, continueranno a collaborare per una rinascita del centrodestra a Lucca che proprio certe loro azioni ha indebolito, nel corso degli ultimi anni. Rispondendo alle loro affermazioni, quando paragonano me a Matteoli o a loro stessi commettono certamente un falso politico. Io sono sempre stato eletto dai cittadini, sia come sindaco che come consigliere provinciale sempre primo fra tutti i candidati, voto su voto. Altri hanno sempre approfittato di candidature blindate, senza preferenze, dove non si misura sicuramente il consenso personale.

Quanto agli altri esponenti politici che hanno voluto commentare, mi rendo conto che la poca esperienza politica li possa portare a drammatizzare una situazione che invece è normale in ogni partito politico vivo e sano. Preoccupante sarebbe il contrario, ovvero militare in un partito dove c’è calma piatta, discussione azzerata in attesa di interventi messianici dall’esterno.

A questi esponenti politici dico chiaramente che li considero tutti a pieno titolo all’interno del progetto politico che nella provincia di Lucca dovrà restituire una guida forte e autorevole a tanti comuni e altri soggetti istituzionali. Una unità che dovrà essere il valore aggiunto di un centrodestra che si è presentato troppe volte diviso e litigioso ed è stato punito dagli elettori. Stavolta vogliamo fare esattamente il contrario, grazie al contributo di tutti.

Share