M5S sul voto al ballottaggio

Ieri sera si è nuovamente riunita l’assemblea attivisti pentastellata a Pietrasanta nella sede di Via Provinciale.
Il MoVimento 5 Stelle è l’unica forza politica che non ha preso in giro gli elettori durante la campagna elettorale. Non possiamo negare che l’offerta politica fosse molto variegata e convincente, anche se, alla luce dei fatti, non credibile. Molti sono stati ingannati dalla parvenza di novità e genuino spirito civico di alcune forze, rivelatesi poi più vecchie e inconsistenti di chi fingevano di combattere.
Il mercatino di questi giorni ci ha regalato una tristezza diffusa, ma anche una verità indiscutibile: l’unica lista veramente civica, che non ha tradito i propri elettori, traghettandoli o cercando di traghettarli in un’area politica contro la volontà espressa, pur avendo tutti promesso il contrario fino alla chiusura delle urne, è stata il MoVimento 5 Stelle. Questi partitelli hanno preso i voti anche sulla base delle loro promesse, poi puntualmente disattese, rinnegando la parola data nella giostra medievale delle trattative politiche sulle poltrone, trattative poi miseramente naufragate.
Ripartiamo dalla coerenza e dalla credibilità per ricostruire un rapporto tra la politica e i cittadini, non solo tra il MoVimento e i suoi elettori, per poter lasciare a chi verrà dopo di noi un clima sociale e culturale meno imbarazzante e squallido di quello odierno.
Il M5S resta fermo su quanto sostenuto da sempre: non diamo indicazioni di voto, ma invitiamo ad andare a votare e scegliere con consapevolezza.
Lo dobbiamo ribadire di fronte a uno scenario così desolante, la nostra è una sfida culturale contro il preoccupante imbarbarimento della politica pietrasantina che continua a considerare i cittadini come meri numeri e percentuali e non come persone attive e capaci di esprimere la propria idea attraverso il voto.
M5S Pietrasanta

Share