Nessuno se lo aspettava perché, nonostante i suoi 92 anni, Vinicio Peressinotto, classe 1929, era un uomo ancora molto in gamba e sempre attento alle vicende della sua amata Seravezza.

Un vita dedicata al volontariato, Vinicio era a riposo dall’esercito, era stato un bersagliere. Di lui hanno tutti un buon ricordo: dal Seravezza Calcio, al Comitato Carnevale, dalla Pro Loco alla Misericordia per poi terminare con l’Auser, dove è stato negli ultimi anni prima di mettersi a riposo. In passato aveva militato anche nel Comitato della Sanità, durante la battaglia contro la chiusura dell’ Ospedale Campana.

Marco Bertagna, presidente della Pro Loco di Seravezza – “Siamo vicini alla famiglia, Vinicio è stato determinante per lo sviluppo del tessuto sociale del suo paese”. Davide Cardelli, presidente dell’Auser – “Entrai a far parte di questa associazione proprio grazie a Vinicio, il suo ricordo è indelebile, porgo le mie condoglianze ai suoi familiari che considero carissimi amici”.

Vinicio aveva perso sua moglie nel 2013, lascia i figli Giacomo e Cecilia e i nipoti Alessio e Veronica.

Il funerale è previsto per domani, alle 14.15 il feretro muoverà dalla Chiesa della Misericordia alla volta del Duomo di Seravezza.

Share