LUCCA – Una commissione intercomunale per la sicurezza nei luoghi di lavoro

Il consigliere con delega al lavoro Guidotti ha scritto ai Comuni del territorio provinciale con l’obiettivo di allargare l’esperienza della commissione speciale creata dall’amministrazione Tambellini all’indomani dell’incidente mortale che coinvolse i due operai Eugenio Viviani e Antonio Pellegrini.

 

Una commissione intercomunale sulla sicurezza nei luoghi di lavoro che fornisca a tutti i soggetti coinvolti un percorso virtuoso per una maggiore attenzione e sensibilizzazione sul tema, con un impatto positivo sugli infortuni e le malattie professionali in tutto il territorio provinciale.

 

Il consigliere comunale con delega al lavoro Roberto Guidotti ha scritto nei giorni scorsi a tutti Comuni della Piana, della Media Valle, della Garfagnana e della Versilia, per lanciare un’iniziativa volta a trasformare in un organismo allargato a tutta la provincia la commissione comunale speciale creata dall’amministrazione Tambellini a seguito dei tragici fatti accaduti a Lucca nel settembre del 2017, quando persero la vita i due operai Eugenio Viviani e Antonio Pellegrini durante gli allestimenti della Luminare di Santa Croce.

 

“Nonostante tutte le attenzioni, le raccomandazioni e le imposizioni, si continua a farsi male, a rischiare la vita e a volte a perderla”, afferma il consigliere Guidotti.

“Le cause specifiche dell’incidente alla trafileria Baldassarri Cavi, in cui un operaio è rimasto schiacciato sotto un muletto – continua Guidotti – sono al vaglio delle autorità competenti, ma continuiamo a chiederci come ancora nel 2019 si possa uscire di casa la mattina, andare a lavorare e ritornare a casa a volte menomati, oppure non tornare proprio. Tutto questo scoraggerebbe chiunque, ma quella della prevenzione degli infortuni sul lavoro è una battaglia che abbiamo il dovere morale e civile di continuare a combattere e solo se saremo uniti e compatti potremo, anche se a piccoli passi, vincerla. In quest’ottica – conclude – è fondamentale che le amministrazioni pubbliche diano il loro contributo e, dopo un profondo confronto con il mondo del lavoro e un’analisi accurata del territorio, dobbiamo riuscire a inserire piccoli tasselli per migliorare la situazione”.

 

La commissione intercomunale e le amministrazioni pubbliche coinvolte, secondo le rispettive competenze, dovranno farsi carico ed essere il perno di una riflessione con ogni compagine: Azienda Usl, Inail, lavoratori, sindacati, imprenditori, Associazione industriali, cooperative, Cna, Confartigianato, etc. La commissione in questo modo dovrebbe divenire punto di riferimento per chiarimenti e/o confronti tra le parti, raccordare esigenze, urgenze e bisogni; dovrebbe inoltre avere un ruolo di “facilitatrice” di un confronto responsabile tra tutte le realtà interessate, per l’apertura di un forum di discussione che si collochi al di fuori di ogni interesse di parte, con l’unico scopo comune di migliorare la sicurezza nei comparti produttivi della provincia di Lucca.

Share