LUCCA – Tre dimissioni in un giorno dalle Malattie infettive: da Lucca un segnale di speranza

LUCCA – Tre dimissioni in un giorno dalle Malattie infettive: da Lucca un segnale di speranza

Tre dimissioni in un giorno dalle Malattie infettive: da Lucca un segnale di speranza

Tre dimissioni oggi (21 marzo) dal reparto di Malattie infettive di Lucca, diretto da Sauro Luchi.

Si tratta di due pazienti guariti clinicamente, che dovranno continuare a stare in isolamento a casa per 14 giorni, e di un paziente guarito virologicamente. Quest’ultimo ha quindi risolto i sintomi dell’infezione di “Covid-19” ed è risultato negativo in due test consecutivi.

Sono persone tra i 54 ed i 71 anni e sono state ricoverate per 12-15 giorni:

“Si tratta di una degenza piuttosto lunga – spiega il dottor Luchi – perché questi pazienti non hanno avuto bisogno di terapia ventilatoria, che viene garantita in rianimazione e sub-intensiva, ma avevano comunque necessità,  per poter recuperare, di altre cure specifiche come l’ossigeterapia o l’infusione di liquidi.

Visto che i ricoveri durano quasi sempre molti giorni, c’è bisogno di molti posti letto. Per questo nel nostro ospedale, inserito nella rete dell’Azienda USL Toscana nord ovest, ci sono già oltre 60 posti letto dedicati, di cui la metà di intensiva-subintensiva e l’altra metà tra Malattie infettive e area Covid, gestiti insieme ai colleghi di Pneumologia e Medicina interna”-

“In questo primo giorno di primavera – aggiunge il direttore di Malattie infettive – le tre dimissioni rappresentano, anche per il nostro personale, un importante segnale di speranza, che ci ripaga dei tanti sforzi che stiamo facendo. Ribadisco però, anche a nome di tutti i colleghi,  l’invito alla cittadinanza a rispettare le regole e stare a casa: solo con un vero isolamento sociale possiamo vincere tutti insieme questo importante partita”.

(sdg)

Nella foto il dottor Luchi

Share
Verde Azzurro 6

Verde Azzurro 6