LUCCA – Topi nel terreno privato vicino all’asilo Arcobaleno: il privato ha avviato la derattizzazione. Una nuova ordinanza prescrive ulteriori interventi

I bambini possono continuare a frequentare regolarmente la scuola, ma senza utilizzare il giardino.

A seguito dell’ordinanza del 24 gennaio scorso con cui il Comune ha intimato al proprietario di un terreno che confina con l’asilo nido Arcobaleno di San Marco, di eseguire immediatamente la disinfestazione e derattizzazione dell’area che è risultata incolta, con rifiuti e con vegetazione spontanea, il cittadino ha provveduto a far posizionare da una ditta specializzata una serie di trappole con esca per topi.

Ieri pomeriggio (29 gennaio) il servizio di sanità pubblica veterinaria dell’azienda Usl Toscana Nord Ovest ha effettuato un sopralluogo per verificare le condizioni attuali del terreno in questione: da qui sono scaturite ulteriori prescrizioni che sono contenute in una nuova ordinanza firmata quest’oggi dal sindaco.

In particolare, il proprietario del terreno dovrà mettere in pratica nei prossimi giorni una serie di accorgimenti nella cura e gestione degli animali presenti (una capra, polli e galline), per fare in modo che la colonia di roditori non abbia più accesso a nessuna fonte di cibo, dopo di che saranno posizionate nuove esche direttamente dal servizio di sanità pubblica veterinaria di Capannori. La durata del programma di derattizzazione sarà stabilito sulla base dei primi risultati.

Nel frattempo le attività didattiche continueranno a svolgersi negli spazi interni.

Share