Lucca Summer Festival, con Blanco si punta ai 40mila; e D’Alessandro sogna Springsteen e gli Who

 

LUCCA – Il Lucca Summer Festival è tornato e nell’edizione della ripartenza punta subito a tornare a quota 130mila spettatori complessivi. Lo ha detto Mimmo D’Alessandro, ospite ieri sera alla trasmissione “E ‘Venerdì” dedicata in gran parte proprio alla kermesse musicale che torna dopo due anni di stop.

In studio anche il giornalista de La Nazione Paolo Pacini e in collegamento il presidente onorario del Summer, Alan Friedman e Marialina Marcucci, presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio, apripista in Italia per il ritorno alla normalità anche delle grandi manifestazioni.

D’Alessandro, tra le altre cose, ha confermato il sold out del concerto di Blanco, sugli spalti delle Mura (38mila biglietti venduti) ma ha anche detto che il Festival ha richiesto un aumento della capienza.

Per quanto riguarda il futuro, incalzato da Pacini, D’Alessandro ha detto di stare lavorando per recuperare il concerto di Paul McCartney annullato causa Covid e di aver avviato trattative per portare a Lucca lo storico gruppo britannico degli Who e il “Boss” Bruce Springsteen, con la collaborazione di Friedman.

Friedman e Marcucci hanno lanciato un appello affinché i prossimi sindaci di Lucca ma anche di Camaiore (dove parte la prima edizione del Festival nel Parco di Bussoladomani) dispongano subito accordi pluriennali con le due manifestazioni per consentire a D’Alessandro di poter programmare adeguatamente gli spettacoli. E si sono augurati una maggiore collaborazione in campo culturale tra le amministrazioni comunali di Lucca e Viareggio, che più volte si sono  scontrate negli ultimi anni.

 

Share