Lucca sempre più sostenibile: il nuovo progetto “Lucca Circular” punta

a ridurre al minimo l’impronta ambientale di Lucca Comics & Games

La giunta lo ha candidato al bando “2022-2024 Sviluppo sostenibile” della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca con l’obbiettivo di ottenere un finanziamento.

Si chiama “Lucca Circular” il progetto che vede uniti Comune di Lucca, Lucca Crea e Scuola superiore Sant’Anna di Pisa con lo scopo di ridurre al minimo, nel giro dei prossimi tre anni, l’impronta ambientale di Lucca Comics & Games.

La giunta comunale, nella seduta del 31 maggio, ha dato il via libera alla sua partecipazione al bando “2022-2024 Sviluppo sostenibile” della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, con lo scopo di ottenere un finanziamento.

Il progetto si colloca nel solco della transizione verso la sostenibilità economica, sociale e ambientale che il Comune di Lucca sta perseguendo da alcuni anni nell’ambito degli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 e mira a rendere il principale festival del territorio, che ogni anno attrae a Lucca oltre 500.000 persone, un esempio ancor più virtuoso per la diffusione di buone pratiche sia dal punto di vista energetico, sia dal punto di vista della logistica e della mobilità che della gestione dei rifiuti. “Lucca circular”, infatti, muove i passi dalle buone pratiche già attivate dal festival del fumetto negli ultimi anni, che lo pongono all’avanguardia per quel che riguarda i temi ambientali: dal 2018 Lucca Comics & Games si fregia del bollino Zero Waste Italy, che certifica la corretta gestione di tutti i rifiuti e premia azioni come l’utilizzo di stoviglie compostabili e di bicchieri riutilizzabili; senza contare le operazioni ludico-didatticche di Scarty, che ha sensibilizzato i bambini lucchesi sul corretto smaltimento dei rifiuti, e di BluTube, incentrata sull’uso responsabile delle risorse idriche.

Considerata la portata della manifestazione, sarà questa l’occasione per ripensare la gestione delle risorse nei grandi eventi, realizzando un modello che potrà essere successivamente adattato anche ad altre manifestazioni più piccole che si svolgono in città e sul territorio, rendendo in questo modo Lucca nel suo complesso più sostenibile.

Le azioni previste. Nell’edizione di quest’anno saranno raccolte tutte le informazioni che riguardano l’intero ciclo organizzativo di Lucca Comics, in modo da misurare l’attuale livello di sostenibilità e circolarità dell’evento, dalla sua pianificazione e preparazione, alla gestione e sviluppo fino al post-evento. Nell’edizione del 2023 sanno introdotte azioni volte a ridurre l’impatto complessivo della manifestazione, con, tra l’altro, processi di formazione a tutto il personale coinvolto, linee guida per le forniture necessarie e procedure per la corretta gestione dei rifiuti. Infine il terzo anno dovrà servire a promuovere e implementare le migliori pratiche attivate, per assicurarne la replicabilità.

L’intero progetto ha un costo di 250.000 euro e, nel caso ottenga le risorse necessarie nell’ambito del bando della Fondazione Crl, il Comune di Lucca parteciperà al finanziamento con una quota di 37.500 euro spalmata su tre anni.

Share