LUCCA RIUNIONE IN PREFETTURA PER LA SICUREZZApolizia localedownload (4)

Si è tenuta nel pomeriggio di ieri, in Prefettura, una Riunione Tecnica di

Coordinamento delle Forze di Polizia per procedere ad un esame aggiornato della

situazione dell’ordine e sicurezza pubblica in Versilia.

L’incontro, convocato dal Prefetto Giovanna Cagliostro, si inquadra in una

serie di iniziative già adottate per il perseguimento dell’obiettivo volto a migliorare la

situazione, segnatamente nei punti più sensibili di quel territorio. Alla luce di diverse

circostanze ed eventi – da ultimo la stagione estiva – le misure di vigilanza e controllo

già in atto, sono state di volta in volta intensificate anche grazie al rafforzamento

dell’organico, disposto dal Ministero dell’Interno a seguito di specifica richiesta

inoltrata dal Prefetto in ragione delle esigenze prospettate dalle Forze dell’Ordine.

Nel corso della riunione si è proceduto all’analisi comparativa dei dati relativi

ai reati rilevati nell’ultimo trimestre maggio/luglio rapportati ad analogo periodo

dell’anno precedente. Allo stato, per quanto riguarda i furti in abitazione, le Forze

dell’Ordine hanno rilevato 393 reati nel periodo maggio luglio 2016 a fronte dei 469

rilevati in analogo periodo del 2015.

In particolare, dai dati prodotti dalla Questura ( Commissariato P.S. di Viareggio

e Forte dei Marmi) e dall’Arma dei Carabinieri (Compagnia Carabinieri di Viareggio)

è emerso quanto segue:

– il Commissariato di Viareggio ha proceduto al controllo di 3914 persone, al

controllo di 1701 veicoli, all’arresto di 37 persone mentre 84 risultano

indagate, al sequestro di 2178 grammi di droga segnalando alla Prefettura 10

persone per il colloquio di cui all’art. 75 del DPR 309/90, alla emissione di 6

fogli di via obbligatori;

– il Commissariato di Forte dei Marmi ha proceduto al controllo di 2610

persone, al controllo di 1372 veicoli, all’arresto di 5 persone mentre 19

risultano indagate, al sequestro di 50 grammi di droga segnalando alla

Prefettura 7 persone per il colloquio di cui all’art. 75 del Dpr 309/90, alla

emissione di 3 fogli di via obbligatori;

– la Compagnia dei Carabinieri di Viareggio ha proceduto a 40 arresti e 240

denunce. I furti risultano essere 1248 di cui 17 con strappo, mentre le rapine

rilevate si attestano a 13.

– Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza – Gruppo di Viareggio, nel

periodo in argomento, in materia di stupefacenti ha effettuato 29 interventi

riscontrando 29 violazioni.

Le sostanze sequestrate risultano essere 79 grammi di hashish e marjiuana, 11

grammi di cocaina e 4 di sostanze psicotrope.

Gli interventi effettuati in materia di codice penale e leggi di pubblica

sicurezza risultano essere 23 mentre 25 risultano essere le violazioni

riscontrate.

Per la contraffazione e tutela del made in Italy sono stati effettuati 11

interventi. I sequestri per marchi di abbigliamento contraffatti e accessori

anche per la telefonia e orologi risultano essere 1030.

I reati in materia tributaria risultano essere 26 con 13 persone denunciate e 13 a

piede libero.

Tali operazioni condotte dalla Guardia di Finanza, in collaborazione con le

Forze dell’Ordine e le Polizie Municipali interessate, sono anche il segnale di un

primo risultato derivante dall’attivazione del “Protocollo d’intesa per la lotta alla

contraffazione e per la tutela del mercato dei consumatori”, promosso dal Prefetto

Giovanna Cagliostro d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico,

rappresentato dal Direttore Generale per la lotta alla contraffazione, Loredana Gulino,

sottoscritto in Prefettura lo scorso 7 luglio, alla presenza dei vertici provinciali delle

Forze dell’Ordine, dagli Amministratori dei Comuni di Viareggio, Pietrasanta,

Camaiore, Forte dei Marmi nonché dai rappresentanti degli Enti a vario titolo

coinvolti nella prevenzione e nella lotta contro l’abusivismo.

Nonostante il segnale di miglioramento rilevato nell’andamento decrescente di

talune fenomenologie criminose, il Consesso ha convenuto di intensificare l’attività

di controllo e vigilanza del territorio con la pianificazione di servizi interforze da

concentrare in alcune particolari zone della Versilia, quali – ad esempio – il comune di

Viareggio nell’area della stazione ferroviaria, Piazza Dante, Piazza Mazzini, zona

Mercato e pineta.

Share