LUCCA – REVOCATO AGITAZIONE AL SAN LUCA

 REVOCATO LO STATO DI AGITAZIONE DEL PERSONALE MEDICO ED INFERMIERISTICO DEL PRONTO SOCCORSO DELL’OSPEDALE S. LUCA DI LUCCA.

Decisamente proficuo, alla luce dei positivi risultati, si è rivelato l’incontro tenutosi

stamane in Prefettura per la chiusura della vertenza sindacale, aperta lo scorso mese di

maggio con la proclamazione dello stato di agitazione da parte del personale medico ed

infermieristico a causa di criticità rilevate presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale S. Luca

di Lucca.

All’incontro, presieduto dal Prefetto Giovanna Cagliostro, hanno partecipato i

rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali CGIL Medici, CGIL FP, CISL Medici, CISL

FPL, UIL FPL, UIL FPL Medici, NURSIND, ANAAO, RSU e l’Azienda Toscana Nord.

Per la parte aziendale presenti i vertici di quattro Dipartimenti chiave.

La riunione segue alla precedente procedura di raffreddamento e conciliazione

esperita in Prefettura lo scorso 27 maggio che aveva dato luogo alla sospensione dello

stato di agitazione.

Le rappresentanze sindacali presentatesi al tavolo con richieste ben definite, nel

prendere atto dello spirito costruttivo dimostrato dall’Azienda nel periodo precedente

l’incontro odierno, hanno ribadito all’Azienda le istanze sintetizzate in pochi punti salienti

condivisi da tutti i sindacati presenti al Tavolo della trattativa.

La discussione si è concentrata sulle iniziative già adottate dall’Azienda con

l’assunzione di un’unità del personale infermieristico, sull’avvio del bando per l’assunzione

del personale medico, sulla avvenuta attivazione di due posti letto, sull’avvio delle

procedure di indagini stress correlate in Pronto Soccorso nonché sulla rivisitazione delle

procedure della pronta disponibilità.

L’Azienda ha reso nota la disponibilità del budget per coprire l’esigenza di

retribuzione per i turni aggiuntivi. Inoltre, la stessa Azienda ha fatto sapere che l’unità

infermieristica introdotta nel turno notturno è stata frutto delle segnalazioni pervenute dal

personale e dai sindacati.

Ufficio Territoriale del Governo

L’Azienda, per il Piano Iperafflusso, ha dato piena disponibilità impegnandosi

a raggiungere un accordo entro il 31 ottobre per i profili fattibili, continuando il percorso

per gli aspetti di più difficile attuazione. Inoltre nell’ evidenziare la necessità di procedere

ad interventi più incisivi di natura strutturale, ha annunciato l’organizzazione di un tavolo

con la partecipazione di personale medico e infermieristico che costituirà una sorta di

cabina di regia con il compito di elaborare regole che dovranno disciplinare le attività delle

strutture.

A conclusione della discussione i sindacati hanno concordato con l’Azienda

l’avvio a partire dal 15 agosto c.a., dell’attività incrementale attraverso un progetto che

prevede la chiamata congiunta in servizio del medico e dell’infermiere alla luce delle

necessità evidenziate, fino ad un massimo di sei ore a partire dalle ore 20.00.

Alla luce degli accordi presi al Tavolo del Prefetto, è stata decisa la revoca

dello stato di agitazione, rinviando all’inizio del prossimo mese di novembre l’ esame

dell’accordo che verrà definito da qui ad allora.

Il Prefetto nel ringraziare la parte sindacale e la parte aziendale ha espresso

soddisfazione dell’accordo raggiunto che va a beneficio della cittadinanza tutta.

Lucca, 4 agosto 2016

 

Share