la musica deve cessare alle ore 24, viva il turismo……………. non ci lamentiamo se tutti  a Rimini…..

 

Comune di Lucca e Comuni della Versilia a confronto per la

regolamentazione degli orari degli esercizi e per le diffusioni

sonore in vista della stagione estiva.

Come per lo scorso anno, si è tenuta questa mattina in Prefettura,

presieduta dal Prefetto Giovanna Cagliostro una riunione di

Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica con la partecipazione

degli Amministratori dei Comuni di Lucca, Viareggio, Camaiore,

Forte dei Marmi, Pietrasanta, Seravezza Massarosa e dei rispettivi

Comandanti delle Polizie Municipali, dei vertici delle Forze

dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Stradale e dei

rappresentanti dell’Asl Toscana Nord-Ovest, dell’ Arpat nonché dei

rappresentanti della Confcommercio, della Confesercenti, della

Confartigianato, dell’Ufficio delle Dogane e delle Associazione dei

Balneari e dei locali da ballo.

All’ordine del giorno l’esame congiunto, in vista della stagione

estiva, dei provvedimenti volti a regolamentare gli orari dei locali

dove si svolgono intrattenimenti caratterizzati da emissioni sonore

che possono turbare la quiete pubblica, della vendita di alcolici

nonchè la regolamentazione degli accessi a mare.

 

Obiettivo della riunione l’esigenza di contemperare il diritto al riposo

dei residenti e il decoro dei centri abitati, con il divertimento e lo

svago.

In quest’ottica sono state esaminate le modalità prese in

considerazione nella bozza di ordinanza elaborata dal Comune di

Lucca, che sostanzialmente riprende i contenuti di quella adottata lo

scorso anno.

Il Prefetto ha posto l’attenzione sulla necessità che la musica cessi

alle ore 24,00 o comunque non sia percepibile all’esterno dopo

quell’ora o dopo l’orario stabilito dall’autorizzazione in deroga

nonché sul divieto, all’esterno dei locali, di somministrazione e di

vendita di bevande in contenitori di vetro o latta dalle ore 22.00 fino

alle successive ore 6.00.

Il Prefetto ha richiamato l’attenzione dei presenti sul divieto di

vendita di alcolici ai minori esortando al rispetto di tale divieto anche

nei centri commerciali e presso i distributori automatici.

Dal confronto è emersa l’opportunità che la regolamentazione

avvenga in maniera uniforme per tutti i Comuni e che venga tutelata

la pulizia e il decoro delle aree adiacenti ai locali.

In particolare si è registrata la disponibilità del Comune di Viareggio

ad uniformarsi agli altri Comuni per quanto riguarda l’orario di

chiusura dei locali.

Prefettura di Lucca

Ufficio Territoriale del Governo

I rappresentanti delle Associazioni hanno sottolineato l’importanza

dell’uniformità degli orari nonché della capillarità dei controlli anche

per tutelare quegli esercizi che si attengono alle disposizioni.

Relativamente alle emissioni sonore, L’ARPAT ha sottolineato

l’esigenza che i Comuni operino controlli preventivi in sede di

rilascio delle autorizzazioni nei confronti degli esercizi commerciali,

proponendo modalità di autoverifica da parte dei gestori riguardo il

superamento o meno dei limiti di sonorità consentiti.

Le Forze dell’Ordine hanno assicurato il massimo coordinamento

con la Polizia Municipale al fine di migliorare l’efficacia dei controlli.

Il Questore di Lucca, ha assicurato l’impegno delle FF.OO. nei

compiti di specifica competenza, sottolineando l’importanza della

presenza attiva delle Polizie Municipali per il contrasto delle

problematiche oggetto di esame della odierna riunione.

Anche da parte dei rappresentanti delle Polizie Municipali è stata

assicurata la massima collaborazione con l’estensione dei turni

nelle ore notturne anche in virtù di assunzioni di vigili a tempo

determinato previste in alcuni Comuni.

Nel corso della riunione è stata anche affrontata la problematica

della regolamentazione dell’accesso a mare specie in orario

notturno.

Prefettura di Lucca

Ufficio Territoriale del Governo

Gli Amministratori dei comuni costieri hanno confermato la volontà

di adottare apposite ordinanze in tal senso, al fine di prevenire

danneggiamenti alle strutture balneari e problematiche igienico

sanitarie dovute all’abbandono sull’arenile di rifiuti di ogni genere,

acquisendo l’assicurazione da parte dell’Ufficio delle Dogane, della

disponibilità all’autorizzazione previa tempestiva presentazione

della relativa documentazione.

Dal tavolo è emersa la richiesta di indire a cura della Prefettura,

apposita riunione riguardo la sorveglianza da effettuare sulla

spiaggia libera della Lecciona in Viareggio, con il coinvolgimento

del Presidente del Parco.

A conclusione il Prefetto, nel ringraziare i partecipanti, ha rimarcato

l’importanza della piena e fattiva collaborazione di tutti gli attori

presenti, al fine di garantire lo svolgimento in tranquillità della

stagione estiva.

Lucca,31 maggio 2016

IL VICEPREFETTO

Share