LA CNA PLAUDE AL PROTOCOLLO DEI FALSI DI AUTORE

L’associazione ha firmato il documento chiedendo di arrivare fino alla produzione

Soddisfazione viene espressa da parte della Cna di Lucca che ha firmato questa mattina in Prefettura, insieme agli altri numerosi soggetti che ne fanno parte, il protocollo per contrastare il diffuso fenomeno dell’abusivismo e della contraffazione.

“Ci auguriamo – ha detto il presidente provinciale CNA, Andrea Giannecchini – che il documento, rivolto in special modo ai comuni della Versilia, venga esteso anche alle zone più dell’entroterra dove il fenomeno è comunque di rilevanti proporzioni. Il nostro obiettivo è quello di contrastare chi, attraverso procedure produttive illegali, di sfruttamento e senza i necessari parametri di sicurezza, mette in difficoltà le imprese che, invece, lavorano all’interno della legalità. Quindi, non fermarsi a combattere il venditore finale ma, attraverso indagini più strutturate, arrivare a chi produce e fermare un commercio che viene stimato intorno ai sette miliardi a livello nazionale. L’altro versante di intervento è senza dubbio quello che vede una grande opera di sensibilizzazione nei confronti del cliente, che deve essere messo nelle condizioni di capire che comprare prodotti contraffatti mette a rischio la salute propria, concorre a mantenere un sistema basato sull’illegalità e danneggia l’economia sana dei nostri territori”.

Share