IPOTESI ESTENSIONE ZTL IN VIA ELISA DA PARTE DELL’ASSESSORE MARCHINI, RIUNIONE DELLA COMMISSIONE CENTRO STORICO CON I COMMERCIANTI DELLA ZONA: “O SI PEDONALIZZA COMPLETAMENTE, O SI LASCIA COME ADESSO”
 
Partecipata riunione, oggi (mercoledì) pomeriggio all’interno del ristorante “Gli Orti di Via Elisa”, indetta dal presidente della Commissione centro storico di Confcommercio Giovanni Martini e dal rappresentante della Zona Est per la commissione stessa Samuele Cosentino, aperta ai commercianti dell’area e avente come argomento all’ordine del giorno la discussione sull’ipotesi portata avanti dall’assessore al traffico del Comune di Lucca Celestino Marchini di estendere all’intera via Elisa la Ztl. Una quindicina in tutto gli imprenditori che, dopo un attento esame della situazione, hanno raggiunto una presa di posizione unanime: “La nostra idea – affermano il presidente Martini e il rappresentante di zona Cosentino – è chiara: no a una semplice estensione della Ztl, sì alla pedonalizzazione vera e propria, con annesso progetto complessivo di riqualificazione, per via Elisa. Il caso più vicino a cui facciamo riferimento, rimanendo alla Zona Est, è quello di piazza San Francesco: progetto, questo, che ha visto impegnata in prima linea la nostra commissione e che ha prodotto una piazza completamente pedonalizzata senza le auto dei residenti a stazionare di fronte alle vetrine dei negozi. E piazza e al cui interno si svolgono durante l’anno diversi eventi di richiamo: pensiamo ad esempio allo stand di Lucca Comics & Games o anche alla Notte Bianca, ma ci sono altre manifestazioni che si svolgono in questa area, senza naturalmente dimenticare tutti gli eventi organizzati all’interno del complesso conventuale di San Francesco”. “Il nostro concetto di riqualificazione complessiva è quello – proseguono i due rappresentanti della commissione -: certo, ogni strada ha le sue caratteristiche e peculiarità rispetto alle altre, ma serve un percorso che miri a rendere via Elisa, oltre che completamente sgombra dalle auto comprese quelle dei residenti, anche appetibile dal punto di vista turistico, artistico, ludico e commerciale”. “La proposta dell’assessore Marchini – insistono Martini e Cosentino -, oggi, è per noi inaccettabile. Estendere la Ztl lasciando l’accesso alle auto di chi abbia il permesso per oltrepassare le telecamere, infatti, servirebbe solo a far perdere stalli blu a favori di quelli gialli per i residenti, con ricadute esclusivamente negative per il commercio. Motivo per cui, o si ragiona di una pedonalizzazione completa, altrimenti bisogna lasciare tutto così come è ora”. “Per rendere ancora meglio l’idea – aggiungono i due – portiamo gli altri esempi di Porta dei Borghi e di Corso Garibaldi: riguardo a quest’ultimo nella parte di via pedonalizzata, le attività commerciali sono numerose e capaci di richiamare molta gente. Nelle parti non pedonali o a striscia blu, invece, non esiste neanche un’attività commerciale e le saracinesche sono tutte abbassate. E naturalmente non si tratta di un caso”. “A chiudere – terminano Martini e Cosentino – vorremmo formulare, tornando alla Zona Est, un paio di domande all’amministrazione comunale: per quale motivo non si svolgono mai eventi di richiamo in una piazza bellissima come quella di Santa Maria Bianca (Colonna Mozza)? Crediamo sia arrivato il momento di una inversione di rotta: ad esempio, si potrebbe cominciare dirottandovi uno stand dei Comics, in quell’ottica di coinvolgimento dell’intero centro storico che già da qualche mese ci sta vedendo impegnati per far sì che già da questa edizione anche l’altra piazza Santa Maria sia parte integrante della manifestazione. E ancora: visto che Marchini ha voglia di sperimentare, perché non ha accolto la nostra richiesta protocollata di spegnere il varco di San Gervasio, in attesa della conclusione dei lavori e della riapertura di Porta San Jacopo, per consentire di far defluire il traffico attraverso via dei Fossi e fino a Porta San Pietro, evitando l’attuale doppio senso di marcia in via Elisa che tanti problemi sta creando?”.

Share